Cosa si legge a Roma, la classifica del 26 luglio

La classifica dei libri più venduti a Roma, in testa Andrea Camilleri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

  • Il commento

La morte di Andrea Camilleri ha inevitabilmente spinto i lettori, e non solo, a riscoprire i suoi libri, anche quelli di molto tempo fa, per ritrovare la forza della sua voce e delle sue idee, per non lasciarlo andare ancora. La classifica di questa settimana è dunque dominata dallo scrittore siciliano, con ben cinque titoli nei primi venti posti. L’ultima indagine del commissario Montalbano batte in prima posizione il vincitore del Premio Strega, Antonio Scurati, che con il suo ‘M. Il figlio del secolo’ ha venduto oltre duecentocinquantamila copie. Due i libri di Georges Simenon in classifica: ‘Marie la strabica’ e il reportage di viaggio ‘Il Mediterraneo in barca’, entrambi editi da Adelphi. Sempre di Adelphi l’unica new entry: ‘La ragazza del Kyushu’ di Matsumoto Seicho. Invariate le altre posizioni, da Auci a Winslow, da Markaris a Tonelli e Carofiglio.

  • Da non perdere

John Berger – Paesaggi (Il Saggiatore)

Ideale prosecuzione di ‘Ritratti’, questo volume antologico è la più completa raccolta degli scritti di John Berger dedicati all’arte e alla letteratura. Chi da sempre ama leggere i testi eclettici, fuori da ogni canone, dello scrittore britannico, scomparso due anni fa, non potrà che godere di tanta manna. Il lettore troverà gli artisti e i pensatori che hanno accompagnato il suo pensiero: da Walter Benjamin a Gabriel Garcia Marquez, da Rosa Luxemburg e James Joyce. Poi ci sono i paesaggi fisici: Cracovia, Venezia, Delft, la Palestina. Raccontando questi luoghi, John Berger racconta se stesso. Completano il volume tre testi usciti per l’edizione italiana. Secondo Maria Nadotti, che da sempre si occupa di tradurre lo scrittore, in quello intitolato ‘L’infinità del desiderio’ “c’è tutta la capacità di Berger di narrare con gli occhi e disegnare con le parole”.

  • Fuori classifica consigliati

Lynne Sharon Schwartz – Il fantasma della memoria (Treccani)

William Trevor – La ragazza sconosciuta (Guanda)

Cees Noteboom – 533, il libro dei giorni (Iperborea)

Valentino Zeichen – diario 2000 (Fazi)

Paul Auster – Una vita in parole (Einaudi)

  • Cosa si dice a Roma e provincia

♦ Otto incontri per raccontare la Luna, a cinquant’anni da quello storico incontro tra l’uomo e il suo satellite, il 20 luglio 1969. Si terrà fino al 5 settembre “Moduli lunari – Incontri tra arte e scienza a 50 anni dall’allunaggio”, spazio all’interno del programma di ArtCity curato da Graziano Graziani. Un racconto d’amore per il satellite che si articolerà fra Roma e la provincia di Viterbo, in un fitto ciclo di incontri a tema. I prossimi: venerdì 2 agosto al Museo archeologico di Civitacastellana con Patrizia Caraveo e Valerio Mattioli; venerdì 23 agosto al Museo nazionale delle Navi Romane con l’astronauta Umberto Guidoni; venerdì 30 agosto a Palestrina con Loredana Lipperini; giovedì 5 a Viterbo con Andrea Cosentino.

  • Segnalibro

INCONTRO CON MELISSA PANARELLO

Venerdì 26 luglio (ore 21.30) a Letture d’Estate, sarà presentato il libro ‘Il primo dolore’ (La Nave di Teseo) di Melissa Panarello.

INCONTRO CON GAJA CENCIARELLI

Mercoledì 31 luglio (ore 21.30) alla libreria in itinere, a lungotevere Ripa, sarà presentato il libro ‘La nuda verità’ (Marsilio) di Gaja Cenciarelli. 

  • Il verso della settimana

L’oggetto che si è
offerto all’obiettivo, 
premuto e distaccato.
Messo a morte,
eppure lì sospeso
a tempo indefinito
disegnato, per assurdo, 
nel suo essere proteso.
L’atto mancato.

Paolo Ruffilli

Top 20

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Nota

La classifica è il risultato delle vendite nella settimana tra il 15 e il 21 luglio 2019, nelle librerie Feltrinelli di Roma e provincia.

Il confronto è con la classifica di tutte le Feltrinelli d’Italia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»