hamburger menu

In Vda nel 2021 costi per la pandemia pari a 17,2 mln euro

Barmasse: "Cifra interamente coperta con fondi statali e regionali"

26-06-2022 12:28
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(DIRE – Notiziario Sanità e Politiche sociali) Aosta, 26 giu. – Tradotta in soldoni, in Valle d’Aosta, la pandemia è costata, per il solo 2021, poco più di 17,2 milioni di euro, cifra interamente coperta con finanziamenti statali e regionali, senza alcun impatto sul bilancio dell’Usl valdostana. Lo dice l’assessore regionale alla Sanità Roberto Barmasse, rispondendo ad un’interpellanza del vicecapogruppo della Lega, Stefano Aggravi. Ai maggiori costi dovuti alla pandemia, si aggiunge anche “una riduzione dei ricavi aziendali di 2,3 milioni di euro”, dice Barmasse, dovuti principalmente al mancato incasso dei ticket sanitari per via della riduzione dell’attività sanitaria nel periodo Covid, per un impatto economico totale di 19,5 milioni di euro. “I finanziamenti regionali dello Stato utilizzati per la copertura dei costi e dei minori ricavi sul 2021 ammontano a 12,6 milioni di euro, mentre quelli regionali a 6,8 milioni”, spiega l’assessore. Che aggiunge: “I residui dei finanziamenti di derivazione centrale e regionale sono stati accantonati a conto economico 2021 e saranno utilizzati dall’azienda per far fronte ai costi generati dalla pandemia sull’esercizio corrente 2022”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-26T12:28:15+02:00