Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

I sindacati scendono in piazza, Landini: “Stop ai licenziamenti, no a ulteriori fratture sociali”

landini
La mobilitazione in tre piazze d'Italia: Torino, Bari e Firenze
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi chiediamo la proroga del blocco” dei licenziamenti “e chiediamo che il governo faccia questo atto di attenzione verso il mondo del lavoro. E’ il momento di unire, non di dividere e non è il momento di ulteriori fratture sociali”. Così il leader della Cgil, Maurizio Landini a margine della mobilitazione promossa dai sindacati confederali che oggi scendono in piazza in tre piazze d’Italia, Torino, Bari e Firenze.

LANDINI AL GOVERNO: SE NON CI ASCOLTANO, ANDREMO AVANTI

“Vogliamo portare a casa il risultato, non siamo disposti ad accettare un peggioramento. Lo sappiano”, ha proseguito Landini concludendo la manifestazione a Torino. “Se non ci ascoltano, non ci fermiamo qui, uniti andremo avanti fino a quando non lo avremo ottenuto. Nord, Centro e Sud devono essere uniti nella lotta perché la divisione è quella che pagheremmo cara se passa. Non dobbiamo accettare, ma combattere che le persone siano costrette per lavorare a cedere ai ricatti o competere fra di loro. Per questo oggi era ora di prendersi la piazza e dire che il Paese cambia solo lo fa insieme al lavoro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»