Arriva ‘Prendiamola con filosofia’, a Roma talk per donne e diritti

Domenica 28 c'è 'Siamo Pride', mentre dal 9 luglio partono gli incontri al parco Appio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Durante il lockdown, il format ‘Prendiamola con filosofia’, ideato da Piano B e Tlon, ha riunito milioni di persone in Italia creando una piazza virtuale di confronto sulla filosofia e sul dibattito culturale. ‘Prendiamola con filosofia’ è infatti un luogo aperto e comunitario e ora torna dal vivo presso il Parco Appio di Roma, il “Parco della Filosofia” con una serie di incontri in presenza, oltre che in streaming, a partire da domenica 28 giugno con una giornata dedicata al Pride. Dalle 17.30 alle 23.00 talk, dialoghi, reading e musica dal vivo, per riflettere e toccare tutti i temi legati al binomio Diversità e Inclusione. Si parlerà infatti di diritti, cittadinanza, femminismi, rappresentazione di genere e molto altro a conclusione di un mese del Pride svoltosi necessariamente senza le tradizionali manifestazioni e parate.

Prendiamola con filosofia-Siamo Pride sarà presentato da Maura Gancitano e Cathy La Torre che passeranno i microfoni a tanti ospiti durante la serata: Alessia Arcolaci, Aboubakar Soumahoro, KnowPMW, Cristiana dell’Anna, Ludovico Bessegato e Pietro Turano con Sumaya Abdel Qader, Iacopo Melio, Francesca Cavallo con Luca Paladini, Nicola Lagioia, Muriel, Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Miki Formisano, Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, Isabella Conti, Papàperscelta, Martina Panini, Spora, Vladimir Luxuria e Martina Dell’Ombra, Madame. Chiuderà un djset a cura di Dev e Peppe Amore.

Prendiamola con filosofia Live proseguirà, sempre presso il Parco Appio, dal 9 al 30 luglio con quattro incontri estivi, ogni giovedì dalle 19 a tarda sera. Gli appuntamenti saranno composti da un format con quattro diversi momenti: Circles talk, dialoghi nel verde facilitati da un filosofo con il pubblico disposto in cerchio, intento a riflettere sui grandi temi della filosofia; Tlon talk, dialoghi tra personaggi del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo; Lyrics, incontri filosofici con la musica per riflettere sul senso dei testi, sul valore della musica e sul potere della relazione con musicisti e interpreti; Tlon Show, un talk show condotto da Maura Gancitano e Andrea Colamedici che tra interviste e dialoghi a più voci mescolerà cultura alta e mondo pop, filosofia e contemporaneità. Anche questi eventi saranno fruibili in streaming grazie alla diretta sui social di Tlon.

Tra gli ospiti dei quattro appuntamenti di luglio: Inna Shevchenko, attivista politica ucraina per i diritti delle donne e leader delle Femen; il sociologo e politologo britannico Colin Crouch; lo storico statunitense Robert Darnton; Eva Illouz, professoressa di sociologia a Gerusalemme; Sara R. Farris professoressa associata presso la Goldsmiths University of London; Emma, fumettista e autrice per Laterza del libro Bastava chiedere. E ancora: Niccolò Fabi, Vasco Brondi, Cathy La Torre, Stefania Auci, Ascanio Celestini, Vera Gheno, Sonny Olumati, DiMartino, Colapesce, Dardust, Margherita Vicario, Pietro Del Soldà, Ilaria Gaspari, Giulia Blasi, Matteo Saudino (Barbasophia), Giovanni Truppi, Jennifer Guerra, Francesca Cavallo, Marina Pierri, Tommaso Ariemma, i ragazzi di Visionary Days; Lorenzo Gasparrini e molti altri. Il programma completo sarà disponibile a breve su www.prendiamolaconfilosofia.it
I biglietti per accedere agli eventi al Parco Appio saranno disponibili su: www.tlon.it

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»