Gualtieri rassicura Azzolina: “Daremo alla scuola tutte le risorse necessarie”

Il ministro dell'economia: "Governeremo fino al 2023 e realizzeremo il piano di investimenti" concordato con l'Europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La ministra della Scuola Lucia Azzolina lamenta che il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri lesini risorse alla scuola. “Sicuramente non ha detto cosi’“, spiega Gualtieri ad Agora’.

“Le risorse spese per scuola e universita’ sono sempre quelle spese meglio. Noi abbiamo speso gia’ 1 miliardo per la scuola e metteremo tutto quello che serve per far partire la scuola in sicurezza“, aggiunge il ministro.

CIG, CI SONO STATI RITARDI ASSOLUTAMENTE INACCETTABILI

“Sui tempi della cassaintegrazione, che pure sono stati accorciati rispetto a prima, non si e’ fatto abbastanza“, aggiunge Gualtieri. “L’Inps ha pagato tutte le domande fino a giugno ma ce ne sono ancora 20mila. Ora sono dell’ordine di migliaia. Ma nei mesi scorsi ci sono stati ritardi che sono assolutamente inaccettabili”, aggiunge.

GUALTIERI: SIAMO A QUASI 1 MLN DI DOMANDE, E CONTINUERANNO

“Sta andando molto bene, e’ una procedura nuova che l’Agenzia delle Entrate ha messo in piedi a tempo di record. Sono partiti i primi bonifici e sono stati dati 700 milioni di euro. Le domande stanno arrivando copiose. Oggi partira’ una seconda ondata di pagamenti. Siamo a quasi un milione di domande, che continueranno visto che ci sono due mesi di tempo”. Cosi’ il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri intervistato ad Agora’ su Rai3 a proposito delle risorse a fondo perduto per le imprese.

GOVERNO DURERA’ FINO A FINE LEGISLATURA, DISPONIBILI CON OPPOSIZIONI

“Noi governeremo fino alla fine della legislatura. E realizzeremo il piano di investimenti” concordato con l’Europa, prosegue Gualtieri.

Abbiamo coinvolto l’opposizione. Li abbiamo anche invitati a villa Pamphili. Hanno detto ‘no, perche’ non ci piace il posto’. Gli abbiamo detto ‘incontriamoci da un’altra parte’. Hanno detto: ‘no, incontriamoci in Parlamento’. Abbiamo detto va bene… Noi qualcosa che e’ stato proposto dall’opposizione l’abbiamo fatto. Poi se loro chiedono cose impossibili… Ad esempio ci chiedono: ‘non fate pagare le tasse per un anno’. E’ una cosa evidentemente impossibile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»