Giornale radio sociale, edizione del 26 giugno 2019

Giornale radio a cura di http://www.giornaleradiosociale.it/
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

DIRITTI – Inferno in terra. La Corte di Strasburgo respinge il ricorso in cui i migranti imbarcati sulla Sea Watch chiedevano il permesso di approdare a Lampedusa, ma invita l’Italia a prestare assistenza alle persone a bordo ormai da due settimane. A questo punto è possibile la forzatura del blocco e lo sbarco.

ECONOMIA – Tanti occupati, pochi diritti. Sono quasi un milione i lavoratori domestici nel nostro Paese. Il servizio è di Giuseppe Manzo.

SOCIETA’ – Verde speranza. Il 2019 è l’anno decisivo per il superamento dell’emergenza rifiuti e il decollo dell’economia circolare. In Italia ci sono le esperienze, la conoscenza, le potenzialità e le motivazioni giuste per farlo, ma occorre rimuovere con urgenza le barriere ancora oggi presenti. Questi i temi al centro dell’EcoForum, promosso da Legambiente, in programma oggi e domani a Roma.

INTERNAZIONALE – Cattive trame. I grandi marchi mondiali del tessile non hanno fatto nulla per arginare la povertà. E a subire le conseguenze peggiori sono i lavoratori La denuncia di Abiti Puliti. Ai nostri microfoni la portavoce Deborah Lucchetti. 

CULTURA – L’altro Festival. Fino al 29 giugno la terrazza sul mare della comunità di Capodarco di Fermo si trasforma in un cinema all’aperto per la rassegna dedicata ai migliori cortometraggi e documentari sociali. Tra gli ospiti di questa edizione il regista Agostino Ferrente, l’attrice Carolina Raspanti, il concerto di Ginevra di Marco e ancora un workshop sul futuro della radio “sociale” e la “Notte dei corti”.

SPORT – Cerchi di inclusione. Città e mezzi di trasporto più accessibili: è quanto si aspetta la Ledha, in vista delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali che si terranno a Milano e Cortina nel 2026. I Giochi, sottolinea la Lega per i diritti delle persone con disabilità, servano a migliorare la qualità della vita non solo per gli atleti ma per tutti i cittadini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»