VIDEO | Autista controllore sui bus Cotral, è boom di vendita biglietti

Il servizio, che prevede il controllo obbligatorio del titolo di viaggio, da giugno è operativo in tutte le fermate delle linee Cotral
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’autista-controllore piace ai passeggeri del Cotral. Il servizio, che prevede il controllo obbligatorio del titolo di viaggio da parte dell’autista al momento della salita dalla porta anteriore del mezzo, è partito in via sperimentale a marzo 2018 sul 10% delle corse, poi a gennaio scorso è stato esteso a tutti i capolinea Cotral e ora da giugno l’autista-controllore è operativo in tutte le fermate delle linee Cotral.

Il servizio, nel primo quadrimestre 2019, ha prodotto un incremento del 60% delle vendite dei biglietti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e un incremento di 4 punti percentuali degli abbonamenti Metrebus Lazio. E a crescere non sono solo le entrate, i maggiori controlli piacciono anche all’utenza. A Roma, tra gli stalli del capolinea Anagnina, sono in molti ad esprimere soddisfazione: “Sono assolutamente d’accordo- racconta una signora in partenza- Così sono tutti costretti a fare il biglietto”.

“Bene così- aggiunge un altro passeggero- almeno i soliti furbetti non possono salire sul mezzo”. E alla domanda se si noti o meno una differenza nella qualità del servizio rispetto a prima dell’introduzione dell’autista-controllore, anche in questo caso i passeggeri concordano: “Sì il servizio è migliorato”. E poi la migliore conclusione: “Abbiamo gli autobus nuovi, si vede che che ora finalmente pagano tutti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»