Di Maio: “Mezz’ora di Internet al giorno per tutti”

E sulla normativa europea sul copyright dice: "E' bavaglio, potremmo anche non recepirla"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Internet è un diritto prioritario per i cittadini siamo al lavoro per tutelare questo diritto”. Lo dice il ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, intervenendo alla Camera al convegno su ‘l’insostenibile leggerezza dell’essere digitale nella società della conversazione’. E annuncia: “Penso a uno Stato che fornisce la rete gratis mezz’ora al giorno a chi non se la può permettere. La rete è al centro del cambiamento e il cambiamento non può attendere”.

“DIRETTIVA COPYRIGHT È BAVAGLIO, POTREMMO NON RECEPIRLA”

Internet è un diritto inalienabile per i cittadini ma oggi la rete corre un grave pericolo in Unione europea con la riforma del copyright” dice Di Maio. L’Italia, annuncia, “farà tutto per contrastare la direttiva sul copyright al Parlamento europeo. Qualora dovesse passare così com’è dovremo fare una seria riflessione sulla possibilità di recepirla o meno”.

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»