Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nastri d’Argento, in testa Emma Dante e Sydney Sibilia: tutti i candidati

La cerimonia di premiazione si terrà il 22 giugno al museo Maxxi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Dal cinema d’autore ai film di denuncia, dalle opere prime all’horror. Questo il ‘leitmotiv’ della 75esima edizione dei Nastri d’Argento, i premi assegnati dal Sindacato dei Giornalisti Cinematografici Italiani. Le sorelle Macaluso‘ di Emma Dante e ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’ di Sydney Sibilia sono i film più nominati di quest’anno con sette candidature ciascuno. A seguire con cinque candidature ‘Cosa sarà’ di Francesco Bruni e per due opere prime: ‘I Predatori’ di Pietro Castellitto e ‘Il cattivo poeta’ di Gianluca Jodice.

LEGGI ANCHE: RECENSIONE | ‘Le sorelle Macaluso’: tempo, morte e famiglia nel film di Emma Dante

VIDEO | ‘Cosa sarà’, commedia amara sulla malattia di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart

NASTRI D’ARGENTO, I CANDIDATI A MIGLIOR ATTORE

Gli interpreti maschili che si contendono il Nastro al Miglior attore sono: Pierfrancesco Favino per ‘Padrenostro‘, Sergio Castellitto per ‘Il cattivo poeta’, Alessandro Gassmann per ‘Non odiare‘, ‘Fabrizio Gifuni’ per ‘La belva’ e Kim Rossi Stuart per ‘Cosa sarà’.

NASTRI D’ARGENTO, MIGLIOR ATTRICE: LE CANDIDATE

Le interpreti femminili candidate a Miglior attrice protagonista sono: Valeria Bruni Tedeschi per ‘Gli indifferenti’, Valeria Golino per ‘Fortuna’ e ‘Lasciami andare’, Alba Rohrwacher per ‘Lacci’, Teresa Saponangelo per ‘Il buco in testa’ e Daphne Scoccia per ‘Palazzo di giustizia’.

Tra i candidati anche ‘Non mi uccidere’ l’horror di Andrea De Sica, ‘Assandira‘ di Salvatore Mereu, ‘Sul più bello’ di Alice Filippi, ‘Genitori VS Influencer’ di Michela Andreozzi. Tra le ‘cinquine’ in quest’anno speciale con tanto cinema prevalentemente uscito in piattaforma, sono stati inseriti in selezione anche due tv movie d’autore come ‘La bambina che non voleva cantare’ di Costanza Quatriglio, candidato a Miglior attrice non protagonista per l’interpretazione di Carolina Crescentini, e ‘Carosello Carosone‘ di Lucio Pellegrini, candidato al Miglior attore di commedia per l’interpretazione di Eduardo Scarpetta, alla Miglior colonna sonora di Stefano Bollani e al Miglior casting director.

 Tra i riconoscimenti già annunciati: Il Nastro speciale a Renato Pozzetto per ‘Lei mi parla ancora’ di Pupi Avanti, il Nastro di platino a Sophia Loren per ‘La vita davanti a sé’ di Edoardo Ponti e il Nastro dell’anno a ‘Miss Marx‘ di Susanna Nicchiarelli. La cerimonia di premiazione si terrà il 22 giugno al Museo Maxxi di Roma e non, come di consueto, al Teatro Antico di Taormina a causa del Covid.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»