Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Concessa l’aspettativa a Maresca per candidarsi a sindaco di Napoli: “Pronto a impegnarmi”

catello maresca
L'aspettativa non retribuita decorre da domani fino alla data di proclamazione dei risultati delle elezioni amministrative in programma tra il 15 settembre e il 15 ottobre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – È stata approvata all’unanimità, e senza dibattito, dal plenum del Csm la proposta di delibera per il collocamento in aspettativa del sostituto procuratore generale della corte d’appello di Napoli, Catello Maresca. L’aspettativa non retribuita decorre da domani fino alla data di proclamazione dei risultati delle elezioni amministrative in programma tra il 15 settembre e il 15 ottobre a Napoli. Il magistrato ha depositato la richiesta lo scorso 20 maggio e, il giorno seguente, il procuratore generale Luigi Riello l’ha inoltrata al Consiglio superiore della Magistratura. Nell’istanza, il sostituto procuratore di Napoli ha evidenziato di stare “valutando, in una naturale prosecuzione di un pluriennale impegno civico nell’associazionismo cittadino, una candidatura di natura altrettanto civica” in vista delle prossime comunali per l’elezione del nuovo sindaco di Napoli. La delibera era arrivata in plenum come pratica urgente dopo essere stata esaminata dalla IV commissione che, nella giornata di ieri, si era espressa favorevolmente. La consigliera togata Concetta Grillo ha illustrato la proposta di delibera. Non hanno fatto seguito altri interventi. Con la decisione del Consiglio superiore della Magistratura, Maresca di fatto ottiene il via libera per avanzare la sua candidatura a sindaco come civico, sostenuto del centrodestra, anche alla luce dei numerosi endorsement ricevuti negli ultimi giorni da esponenti e leader dei partiti di centrodestra.

LEGGI ANCHE: Comunali Napoli, de Magistris: “Scontato l’ok sull’aspettativa a Maresca, ma l’ambiguità resta”

MARESCA: “NAPOLI CHIEDE AIUTO E IO INTENDO IMPEGNARMI”

 “La deliberazione dei componenti del Csm, che ringrazio per la serenità di giudizio, mi consente di continuare la campagna di ascolto di una città sofferente che chiede a tutti noi impegno, un grande autentico e profondo impegno civico, per risolvere problemi antichi e nuove emergenze”. Così il sostituto procuratore Catello Maresca dopo la decisione del plenum del Csm di accogliere la sua richiesta di aspettativa. “Napoli – dice – chiede aiuto e io intendo impegnarmi, forte anche della spinta di associazioni, uomini e donne che hanno uguale passione e amore per la nostra città”. Maresca ci tiene, inoltre, a precisare “a chi legittimamente ha inteso esprimere critiche in queste settimane (e anche a chi quotidianamente dispensa ipocrisia)” di aver potuto “richiedere l’aspettativa solo dopo l’8 maggio e l’ho fatto con serietà, onestà e rispetto non solo formale della legge e della mia istituzione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»