hamburger menu

Il ‘Meddle’ di Anorc porta nel futuro della custodia dei dati e documenti informatici

Il 17 e 18 maggio due giorni a Milano tra pratica e networking con professionisti del settore

Pubblicato:26-04-2023 09:21
Ultimo aggiornamento:04-05-2023 15:30
Canale: Milano
Autore:
meddle anorc
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

MILANO – Pratica, networking e che docenti! Sono alcuni ottimi motivi per partecipare al Meddle, evento formativo unico nel suo genere tra teoria e attività nel campo della digitalizzazione e della conservazione documentale. Due giornate – il 17 e 18 maggio a Milano – organizzate da Anorc e Digital&Law che sono parte di un percorso ma che vivono anche come appuntamento indipendente e a numero chiuso, impostato per garantire un’alta qualità didattica e la massima attenzione ai partecipanti. Il titolo prende ispirazione dall’album ‘Meddle’ dei Pink Floyd e vuole essere “un evento esclusivo che combinerà appunto teoria e pratica attraverso i business game che lo animeranno– ha spiegato l’avvocato Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni e coordinatore del Meddle- senza dimenticare i momenti di networking con docenti di comprovata esperienza e professionisti profilati. Il tutto verrà stimolato all’interno di un contesto dinamico e innovativo che crediamo possa esprimere quella ‘interferenza’ tra passato e futuro, come l’album dei Pink Floyd, ma nel campo della digitalizzazione”.

LEGGI ANCHE: Digitale, Anorc: “Nella Pubblica amministrazione su 288 enti solo il 4,9% è in regola con le linee guida Agid”

Presso Cascina Cuccagna quindi, piccolo polmone verde nel cuore di Milano, professionisti ed esponenti aziendali avranno la possibilità di dedicarsi a ciò che conta davvero sul campo: la pratica per imparare azioni e soluzioni utili per le proprie attività lavorative e il networking per creare relazioni umane e collaborazioni proficue, e lo faranno confrontandosi con relatori di prestigio provenienti dal mondo accademico, istituzionale, aziendale e della libera professione. Insieme a Lisi e agli avvocati Luigi Foglia, Sarah Ungaro e all’ingegner Giovanni Manca, i partecipanti potranno inoltre mettersi alla prova su case study altamente sfidanti, lavorando in team multidisciplinari su quattro sessioni tematiche: la custodia dei contenuti digitali; i mercati digitali ed eIDAS 2; e-Health sulla gestione del dato sanitario; infine, data protection e security per gli archivi del futuro. Non mancheranno però anche i momenti di spensieratezza e convivialità che contribuiranno a rendere l’esperienza davvero indimenticabile.

MEDDLE, OLTRE LA FORMAZIONE

“Prendere parte al Meddle significa essere protagonisti di un’esperienza che va ben oltre la semplice formazione, un’opportunità che qualsiasi professionista o azienda che si occupi di digitalizzazione, protezione dei dati e conservazione documentale dovrebbe cogliere per accrescere il proprio bagaglio professionale in un’ottica innovativa- ha detto ancora Lisi- Ormai viviamo in un’epoca pervasa dalla digitalità in cui abbiamo ancora la possibilità di scegliere se rimanere soggetti passivi di una rivoluzione o esserne i principali attori, alla luce dei cambiamenti in atto in cui giocano un ruolo strategico i DPO nelle figure del data protection officer e del digital preservation officer (o responsabile della conservazione) che vanno culturalmente preparate per le prossime evoluzioni digitali. Queste figure però hanno bisogno di acquisire la giusta esperienza per adempiere al proprio ruolo e siamo certi che potranno farlo partecipando al Meddle”.

L’evento è patrocinato da Agenzia per l’Italia digitale (AgID) insieme ad Agi, Aipsi, Aisis, Andip, Assosoftware, Clusit, Iamcp, Iip, Procedamus, Sit, Ibimi, Sgi, Sos Archivi, Trusts&Wealth Management Journal, Centro Ricerche Themis, Cna Professioni.

Tutte le informazioni per iscriversi su https://anorc.eu/associazione/meddle-il-campus-per-i-professionisti-della-custodia-di-dati-e-documenti-informatici/ oppure inviare una mail a [email protected]. La scadenza per le iscrizioni è venerdì 12 maggio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-05-04T15:30:35+01:00