Tg Lazio, edizione del 26 aprile 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RIAPRONO BAR E RISTORANTI, BOOM DI PRENOTAZIONI PER LA CENA

Tavolini apparecchiati fuori e via vai di clienti nel primo giorno di riaperture di bar e ristoranti. In tanti a Roma non hanno rinunciato al piacere di una colazione o di un pranzo, magari godendo di un bel panorama, e lo stesso faranno a cena: “Per stasera abbiamo già 50 prenotazioni”, ha raccontato un ristoratore di Testaccio. Intanto, il Covid continua a circolare, anche nei supermercati. I Carabinieri del Nas hanno effettuato tamponi sulle maniglie dei frigoriferi e sui carrelli di 30 strutture della grande distribuzione nella Capitale riscontrando 4 positività.

70% PRESENZE IN SCUOLE SUPERIORI, PRESIDI: C’È PROBLEMA TAMPONI

La maggior parte degli istituti superiori del Lazio ha raggiunto il 70% delle presenze nel primo giorno di zona gialla. Ma restano le criticità legate al tamponi e ai trasporti. “Siamo lontani da una situazione accettabile, le inefficienze degli enti pubblici non devono ricadere sulle scuole”, ha detto il presidente dei presidi della regione, Mario Rusconi. “I drive-in sono pochi e soprattutto lontani dalle scuole. Ho la sensazione che alcune istituzioni stiano sperando solo nel vaccino, senza fare nulla nel frattempo”, ha aggiunto Rusconi che ha anche chiesto ristori formativi per gli studenti.

ROMA, ZINGARETTI SI SFILA E CALENDA PRESENTA PIANO TRASPORTI

Nicola Zingaretti smentisce le voci di una sua candidatura a sindaco di Roma. “Sono stato eletto per servire la mia comunità e non si può a cuor leggero dire, durante la campagna vaccinale, ‘si fa un’altra scelta”, ha spiegato il governatore del Lazio secondo il quale “le personalità in campo nelle primarie del centrosinistra sono le più credibili per fare voltare pagina a questa città”. Non parteciperà alle primarie ma correrà per il Campidoglio Carlo Calenda, che ha presentato il proprio piano trasporti. L’ipotesi prevede interventi più urgenti da concludere in 5 anni e opere più grandi da consegnare entro 10 anni.

SUBITO TURISTI A RIAPERTURA PARCO COLOSSEO: “SEGNALE SPERANZA”

Niente file né assembramenti all’esterno ma tanti turisti all’interno del Colosseo nel giorno della riapertura del parco archeologico, dopo 41 giorni di chiusura per le misure restrittive dettate dall’emergenza Covid. “È un segnale di speranza. Saremo aperti 7 giorni su 7 e siamo molto contenti perché soprattutto nel weekend i romani potranno visitare con più calma l’area”, ha commentato il direttore del Parco, Alfonsina Russo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»