Gentiloni: “Su Mes Italia libera, non ne farei una tragedia”

Gentiloni vede una svolta in Europa: "La sospensione del Patto di stabilità, gli aiuti di Stato e della Bce sono decisioni storiche"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia è perfettamente libera se far ricorso” al Mes “o non farlo. Non ne farei una tragedia. Non credo che questo sia il tema dirimente anche se capisco perfettamente le implicazioni nella politica italiana”. Lo dice Paolo Gentiloni, commissario agli affari economici dell’Unione europea.

LEGGI ANCHE: Ue, Von der Leyen: “Recovery fund e bilancio europeo per uscire dalla crisi”

“ORA POLITICA COMUNE, ESPRESSIONE DI UNA SVOLTA”

“La sospensione del Patto di stabilità, gli aiuti di Stato e della Bce sono decisioni storiche, per me sono espressione di una svolta in Europa. Nella crisi di dieci anni fa si diceva ai Paesi che avevano bisogno ‘chiedete aiuto a certe condizioni, spesso draconiane’. Ora si dice ‘tutti hanno bisogno’. Per la prima volta c’è una politica comune“, dice Gentiloni a Mezz’ora in più su RaiTre.

“SERVE FONDO DA 1500 MLD E SERVE ORA, NON TRA DUE ANNI”

“Il fondo per l’emergenza economica deve avere una dimensione ragionevole attorno ai 1500 miliardi e serve ora, in questa estate, non abbiamo due anni come ai tempi dei Piano Marshall. Poi si dovrà lavorare sul mix tra prestiti e finanziamenti. La Von der Leyen non ha detto fifty-fifty, i prestiti non li buttiamo via perchè dipendono dal tasso di interesse e dalla lunghezza della loro scadenza”, aggiunge Gentiloni.

“DI UNITÀ NAZIONALE? FINORA HA GESTITO BENE LA FASE”

“Un esperimento di governo di unità nazionale a fine emergenza? Credo che il governo abbia gestito bene questa fase, non vedo perchè ora si debba mettere in discussione questa situazione. Dopo la pandemia in Europa avremo più presenza pubblica nell’economia, non dovremo avere quindi alcuna limitazione politica e democratica e dovremo cercare di non disperdere questo valore di coesione nazionale”, dice Gentiloni intervistato a Mezz’ora in più su RaiTre.

“POST EMERGENZA RITROVARE SPIRITO IMPRENDITORIALE”

“Nei prossimi mesi dovremo ritrovare quella voglia di impresa, di spirito imprenditoriale e di coraggio del rischio, tipici delle fasi di ricostruzione. Sono sicuro che l’Italia lo avrà”, conclude Gentiloni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»