Coronavirus, le province: “Servono indicazioni certe sulla ripresa delle scuole”

Scuola ma anche cantieri, semplificazioni e mobilità: sono questi i temi su cui l’Unione province d'Italia intende incalzare il governo in vista della riapertura
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Scuola, cantieri, semplificazioni e mobilità: sono questi i temi su cui l’Upi (Unione province d’Italia) chiede risposte alla Cabina di Regia per la fase 2 prevista per oggi pomeriggio. “Per quanto riguarda la scuola – sottolinea il presidente dell’Upi Michele de Pascale – le Province che gestiscono le 7.400 scuole superiori hanno bisogno di indicazioni certe sulle riaperture delle scuole, per potere iniziare subito a riorganizzare gli edifici in linea con le indicazioni anti Covid 19 in modo da poter essere pronti per il nuovo anno scolastico. Ma siamo anche a piena disposizione per trovare soluzioni sia per assicurare ai ragazzi maturandi la possibilità di svolgere le prove orali di persona, sia a ragionare su possibili esigenze immediate”.

LEGGI ANCHE: Conte: Dal 4 maggio riaperture e allentamento, ma non sarà ‘liberi tutti’

Quanto alla ripresa economica, le Province chiedono le risorse per un Piano di investimenti di 2 miliardi su strade, ponti, gallerie e scuole superiori, “con cantieri da aprire anche subito – specifica de Pascale – quando le condizioni di sicurezza siano garantite”.

“Per sostenere questo piano- prosegue- serve una grande operazione di semplificazione delle norme per gli appalti e i contratti pubblici, per potere fare partire gli investimenti con la massima rapidità, sempre tendendo insieme legalità e velocità. C’è poi il nodo della ripresa della mobilità, sia pubblica che privata – conclude de Pascale che propone: “Se la riapertura solo nell’ambito comunale può essere un limite per chi abita nei piccolissimi comuni, e la mobilità regionale appare ancora prematura, possiamo iniziare dalla mobilità nelle Province. L’area territoriale delle Province italiane è più o meno omogenea in tutto il Paese e può essere un utile banco di prova”.

LEGGI ANCHE: Scuola, la proposta di Italia Viva: “Petizione per mantenere la maturità in presenza”

Insieme a de Pascale, in rappresentanza dell’Upi interverranno alla Cabina di regia il Vice Presidente Vicario Upi Stefano Marcon e il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

26 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»