hamburger menu

Europee, Calenda: “Pronti a mandare via i paesi di Visegrad”. E su ‘Zingaretti comunista’…

L'ex ministro dei governi Renzi e Gentiloni, candidato con il Pd alle europee, lancia la campagna elettorale dei dem

Pubblicato:26-04-2019 15:12
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 14:24
Canale: Canali
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “L’Europa che non funziona è quella delle nazioni. Le responsabilità e le disfunzioni che attribuiamo alla Ue sono quelle dell’Europa delle nazioni, non delle sue istituzioni”. Così Carlo Calenda, candidato del Pd alle prossime elezioni europee, intervenendo questa mattina in conferenza stampa.

“Non ci piace- prosegue Calenda- l’Europa di Visegrad, anzi dobbiamo porre forte il problema di mandarli via dall’Europa questi paesi se continuano a comportarsi così”.

Per Calenda è giunto il momento di “levarsi i guantoni perchè la democrazia si fa rispettare e non accetta compromessi, per quanto alla Germania facciano comodo questi paesi dove può produrre a basso costo”.

“E dico anche- aggiunge- che non mi piace l’Europa franco tedesca di Aquisgrana, l’Europa non è quella. È quella delle istituzioni europee e quando l’Italia in quelle istituzioni c’è, vince”.

EUROPEE. CALENDA: ZINGARETTI COMUNISTA? GUARDATE IL PROGRAMMA

“Con Nicola ho storia, cultura e carattere diversi, ma sono con lui fino alla fine in questa battaglia. Quando mi dicono ‘ma guarda che Zingaretti è comunista’ io rispondo ‘Ma che cacchio dici, guardate le cose che proponiamo’”. Così Carlo Calenda, candidato del Pd alle prossime elezioni europee, intervenendo questa mattina in conferenza stampa.

“Non è più accettabile dividersi sul nulla- prosegue Calenda- Loro vincono non perchè sono forti, ma perchè siamo deboli noi. Dobbiamo levarci la sindrome degli sconfitti, abbiamo preso calci da chiunque, adesso togliamoci i guantoni e combattiamo. Dobbiamo marcare a uomo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T14:24:04+01:00