Crisanti: “Immunità di gregge? Nella migliore delle ipotesi la sfioreremo soltanto”

andrea crisanti immunologo
Il virologo, direttore del Laboratorio di Microbiologia di Padova, spiega: "Bisognerebbe vaccinare il 70% della popolazione, cioè 42 milioni di persone, ma in Italia 12 milioni sono minorenni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Ottenere l’immunità di gregge è un obiettivo “molto difficile” da raggiungere. E, “nella migliore delle ipotesi, la sfioreremo soltanto”. Ne è convinto, numeri alla mano, il virologo Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia di Padova, questo pomeriggio in diretta sulla pagina Facebook del deputato Pd Luca Rizzo Nervo. Per raggiungere l’immunità di gregge in Italia, spiega Crisanti, “bisogna vaccinare il 70% della popolazione, cioè 42 milioni di persone“. In Italia, però, “12 milioni sono minorenni– sottolinea il virologo- e quindi sono fuori”.

Inoltre, continua Crisanti, “se va bene riusciremo a vaccinare l’80%” delle persone previste dal piano, quindi “dobbiamo togliere altri 10 milioni” di soggetti, a cui bisogna aggiungere “anche due o tre milioni di persone irraggiungibili”, come ad esempio “i senza fissa dimora o chi entra clandestinamente nel nostro Paese”. A conti fatti, dunque, “nella migliore delle ipotesi la sfioreremo soltanto l’immunità di gregge- afferma Crisanti- e qualunque cosa vada male, non ce la faremo“.

LEGGI ANCHE: Covid, 23.987 contagi e 457 morti. Tasso di positività stabile a 6,8%

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»