Torna Biografilm Festival, online su Mymovies e (forse) in sala a Bologna

Certe tradizioni vanno rispettate e quella del Biografilm Festival non fa certo eccezione. Gli organizzatori dell'iniziativa, giunta alla diciassettesima edizione, hanno confermato che si svolgerà, come di consueto, a partire dal 4 al 14 giugno a Bologna. Se è vero che molti degli eventi si sono ormai adattati alla formula online, pochi ricordano che Biografilm ha fatto da apripista durante l'anno della pandemia grazie alla collaborazione con MYmovies - che per la prima volta ha ospitato un festival sulla sua piattaforma, con oltre 46mila prenotazioni - e il contributo dell'Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna. Per l'edizione 2021 si punta più in alto: "Stiamo lavorando a una selezione di titoli potenti. In molti di questi spicca il tema dell'attivismo, che potrà essere ritrovato in tutto il nostro programma", dichiara la direttrice Leena Pasanen che ha anticipato un aumento della programmazione online tra gli 80 e i 100 film disponibili online a pagamento. Gli organizzatori non smettono di sperare anche nel ritorno degli eventi live: se infatti la situazione sanitaria sarà favorevole non è escluso che alcuni spettacoli possano tenersi all'aperto e nelle sale cinematografiche presso il circuito Pop Up Cinema Medica Palace. Il cinema come spazio di contaminazione tra forme di arte: ne è la prova il poster della diciassettesima edizione ideato dall'artista Sissi - presente in giuria - dal titolo 'Fioritura linguale'. "Il disegno- spiega Sissi- rappresenta un gruppo di lingue, che rivelano petali muscolari e radici laringee nell'atto di esprimersi in un nuovo linguaggio. Una specie di fiore sensibile all'ambiente che cambia fino a sbocciare in un messaggio senza parole". Tra i giurati per il Concorso Biografilm Italia 2021, anche la scrittrice e critica cinematografica Elisa Cuter, recentemente in libreria con il volume 'Ripartire dal desiderio' e il regista Pierfrancesco Li Donni, vincitore del Concorso Biografilm Italia 2021 con 'La nostra strada'.
La storica kermesse cinematografica, giunta alla diciassettesima edizione, conterà quest'anno tra gli 80 ed i 100 film online a pagamento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Certe tradizioni vanno rispettate e quella del Biografilm Festival non fa certo eccezione. Gli organizzatori dell’iniziativa, giunta alla diciassettesima edizione, hanno confermato che si svolgerà, come di consueto, a partire dal 4 al 14 giugno a Bologna.

Se è vero che molti degli eventi si sono ormai adattati alla formula online, pochi ricordano che Biografilm ha fatto da apripista durante l’anno della pandemia grazie alla collaborazione con MYmovies, che per la prima volta ha ospitato un festival sulla sua piattaforma, con oltre 46mila prenotazioni, e il contributo dell’Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna.

Per l’edizione 2021 si punta più in alto: “Stiamo lavorando a una selezione di titoli potenti. In molti di questi spicca il tema dell’attivismo, che potrà essere ritrovato in tutto il nostro programma”, dichiara la direttrice Leena Pasanen che ha anticipato un aumento della programmazione tra gli 80 e i 100 film disponibili online a pagamento. Gli organizzatori non smettono di sperare anche nel ritorno degli eventi live: se infatti la situazione sanitaria sarà favorevole non è escluso che alcuni spettacoli possano tenersi all’aperto e nelle sale cinematografiche presso il circuito Pop Up Cinema Medica Palace.

Certe tradizioni vanno rispettate e quella del Biografilm Festival non fa certo eccezione. Gli organizzatori dell'iniziativa, giunta alla diciassettesima edizione, hanno confermato che si svolgerà, come di consueto, a partire dal 4 al 14 giugno a Bologna. Se è vero che molti degli eventi si sono ormai adattati alla formula online, pochi ricordano che Biografilm ha fatto da apripista durante l'anno della pandemia grazie alla collaborazione con MYmovies - che per la prima volta ha ospitato un festival sulla sua piattaforma, con oltre 46mila prenotazioni - e il contributo dell'Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna. Per l'edizione 2021 si punta più in alto: "Stiamo lavorando a una selezione di titoli potenti. In molti di questi spicca il tema dell'attivismo, che potrà essere ritrovato in tutto il nostro programma", dichiara la direttrice Leena Pasanen che ha anticipato un aumento della programmazione online tra gli 80 e i 100 film disponibili online a pagamento. Gli organizzatori non smettono di sperare anche nel ritorno degli eventi live: se infatti la situazione sanitaria sarà favorevole non è escluso che alcuni spettacoli possano tenersi all'aperto e nelle sale cinematografiche presso il circuito Pop Up Cinema Medica Palace. Il cinema come spazio di contaminazione tra forme di arte: ne è la prova il poster della diciassettesima edizione ideato dall'artista Sissi - presente in giuria - dal titolo 'Fioritura linguale'. "Il disegno- spiega Sissi- rappresenta un gruppo di lingue, che rivelano petali muscolari e radici laringee nell'atto di esprimersi in un nuovo linguaggio. Una specie di fiore sensibile all'ambiente che cambia fino a sbocciare in un messaggio senza parole". Tra i giurati per il Concorso Biografilm Italia 2021, anche la scrittrice e critica cinematografica Elisa Cuter, recentemente in libreria con il volume 'Ripartire dal desiderio' e il regista Pierfrancesco Li Donni, vincitore del Concorso Biografilm Italia 2021 con 'La nostra strada'.

Il cinema come spazio di contaminazione tra forme di arte: ne è la prova il poster della diciassettesima edizione ideato dall’artista Sissi, presente in giuria, dal titolo ‘Fioritura linguale’. “Il disegno, spiega Sissi, rappresenta un gruppo di lingue, che rivelano petali muscolari e radici laringee nell’atto di esprimersi in un nuovo linguaggio. Una specie di fiore sensibile all’ambiente che cambia fino a sbocciare in un messaggio senza parole”.

Tra i giurati per il Concorso Biografilm Italia 2021, anche la scrittrice e critica cinematografica Elisa Cuter, recentemente in libreria con il volume ‘Ripartire dal desiderio’ e il regista Pierfrancesco Li Donni, vincitore del Concorso Biografilm Italia 2021 con ‘La nostra strada’.

LEGGI ANCHE: Ecco #mandaloaDiRE: le elezioni di Bologna in cinque domande

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»