Tg Psicologia, edizione del 26 marzo 2021

È online l'edizione settimanale del Tg Psicologia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– GIORNATA AUTISMO, BINETTI A FAMIGLIE: NON ABBIATE PAURA

“Non abbiate paura perché nella vita di ognuno di noi si potranno sempre presentare situazioni difficili, ma il problema è la possibilità di poterne uscire. Oggi intorno all’autismo si sono create alcune certezze che permettono a molti di questi bambini di poter acquisire le competenze necessarie a venirne fuori”. Lancia un messaggio rassicurante la senatrice Udc Paola Binetti alle associazioni di genitori di bambini con disturbi dello spettro autistico, promuovendo il 29 marzo alle 16 una conferenza stampa, in sala Nassirya al Senato, dal titolo ‘Diritti delle persone nello spettro autistico. Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo’. Alle istituzioni la senatrice Udc lancia un altro messaggio.

– VOTO A 16 ANNI, LUCIDI (SAPIENZA): OPPORTUNITÀ CREEREBBE INTERESSE

“L’esercizio del diritto di voto determinerebbe nei sedicenni un interesse” per la politica e per la partecipazione alla dimensione civica della propria comunità. Fabio Lucidi, psicologo e preside della facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma, considera un’opportunità da cogliere la proposta di estendere il diritto di voto ai sedicenni.

– PSICHIATRA: SÌ A VOTO DAI 16 ANNI PER COINVOLGERE DI PIÙ I GIOVANI

Estendere la possibilità di votare ai ragazzi di sedici anni, magari iniziando con le elezioni amministrative, “a me sembra un’idea molto carina. Anche perché da parte dei giovani c’è desiderio di partecipazione e, al contempo, difficoltà ad essere coinvolti. E a questo bisogna dare una risposta”. Lo pensa Gianni Biondi, psicologo clinico e psicoterapeuta.

– DROGA, COSA SONO E COME NASCONO LE DIPENDENZE?

“La dipendenza è una condizione caratterizzata primariamente dall’incapacità di controllare, con la propria volontà, la ricerca di ottenere il piacere. Una caratteristica presente in tutte le dipendenze”. Lo spiega Luigi Gallimberti, psichiatra, direttore del servizio di Tossicologia clinica delle farmacodipendenze del Sert dell’azienda ospedaliera e docente dell’Università di Padova.

– CHIUDERE MANICOMI, TRASFORMARE SOCIETÀ: CHI ERA FRANCA ONGARO BASAGLIA

C’è una donna, tra le altre, che in Italia si è battuta strenuamente per la decostruzione della teoria di una presunta inferiorità biologica femminile e che ha liberato i malati di mente dall’infamia sociale e medica dei manicomi, dando il via a una rivoluzione copernicana nel trattamento dei disturbi psichiatrici in Italia a partire dalla legge 180 del 1978. È Franca Ongaro, coniugata Basaglia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»