Salvini e la frecciata alla sindaca Raggi: “A Roma monnezza e cavallette, serve la benedizione del Papa”

Il leader della Lega rincara la dose: "Non penso che occorra uno scienziato per togliere la monnezza dalle strade"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una Roma invasa da “topi che sembrano canguri“, gabbiani grandi come “mostri preistorici”, con tanta “monnezza” per le strade e una piaga all’orizzonte: stanno per arrivare “le cavallette”. Ospite del Maurizio Costanzo show, Matteo Salvini torna a criticare la giunta Raggi che oggi ha ricevuto la visita di papa Francesco. “È andato a benedirla…”, affonda il segretario della Lega.

Poi, aggiunge: “Ci sono dei topi che sembrano canguri e gabbiani che sembrano mostri preistorici. Viene facile dare tutte le colpe a Virginia Raggi. Roma è grande, difficile da amministrare, ha problemi che vengono da tanti amministratori prima di Raggi”, ma “penso che i romani meritino di più”. Salvini non lesina critiche: “Non penso che occorra uno scienziato per togliere la monnezza dalle strade e dai cestini perché penso che tra un po’ arriveranno le cavallette”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»