Roberto Fico come Gordon Brown: politico normal people viaggia in auto…bus

E' stato un primo giorno alternativo quello del nuovo presidente della Camera Roberto Fico, all'insegna del basso profilo e del trasporto locale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un Freccia Rossa Napoli-Roma di poco piu’ d’un ora, poi l’arrivo a Termini e giu’ verso Montecitorio in autobus. E’ stato un primo giorno alternativo quello del nuovo presidente della Camera Roberto Fico, all’insegna del basso profilo e del trasporto locale. Niente auto blu o lampeggianti, solo ‘normalita” per riaffermare una politica tanto cara al popolo M5S, piu’ sobria e meno ‘pomposa’, quasi allergica ai permessi speciali di cui possono godere alcune cariche istituzionali. Il neo presidente Fico ha avuto pero’ dei predecessori di peso.

Perche’ non sempre piu’ potere coincide con piu’ lusso negli interni e piu’ cavalli nel motore

A segnare la svolta senza dubbio papa Francesco, un altro che non disdegnava il basso profilo. Quando era ancora cardinale, Bergoglio era solito raggiungere in autobus la chiesa argentina di Santa Maria Addolorata in piazza Buenos Aires a Roma. L’abitudine prosegui’ fino pochi giorni prima delle dimissioni di Benedetto XVI. E una volta asceso al soglio pontificio, papa Francesco ha preferito Renault 4 e datate ford Focus alle limousine in uso a certi cardinali.

Preferi’ le due ruote l’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino

 

Rinuncio’ subito all’auto di scorta e annuncio’ che si sarebbe mosso solo in bicicletta. Per ironia della sorte, pero’, una delle polemiche piu’ feroci che ha dovuto gestire durante l’amministrazione riguardo’ la sua Panda rossa, destinataria di ben otto multe arrivate per l’ingresso nella Ztl di Roma senza i dovuti permessi.

Panda, stavolta, grigia, assai apprezzata anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Al Quirinale il Capo dello Stato ci arrivo’ a bordo della sua utilitaria, spartana ma assai comoda in citta’. Chi ha dovuto fare di necessita’ virtu’, in tema di stili di vita ecosostenibili, e’ certamente il ministro dei Trasporti uscente Graziano Del Rio. Con ben nove figli a carico, Del Rio e’ noto essere un amante delle politiche antispreco: fece tappezzare il ministero di vari punti per la raccolta differenziata e tutt’ora si sposta molto spesso in bicicletta anche ad appuntamenti istituzionali. Ama la carta riciclata e colleziona bloc notes con fogli usati.

Ma il low profile arriva da Oltremanica

Gordon Brown, neo primo ministro inglese, seduto in metropolitana durante l’ora di punta richiama alla mente il nostro presidente della Camera a bordo del bus linea 85. Agenda sulle ginocchia, Brown studia dei documenti e si avvia verso Downing Street senza guardie del corpo o di polizia. Proprio come un uomo qualunque.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»