Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Clinicadomicilio’, esami diagnostici a casa o ufficio oggi è possibile

INAUGURAZIONE NUOVA TAC AL CARDIOLOGICO MONZINO
L'intervista al dottor Andrea Muccioli, Fondatore del servizio offerto dal Consorzio Ospedaliero Colibrì
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Non sempre è così facile spostarsi, a maggior ragione in tempi di pandemia, oppure non si ha il tempo sufficiente per raggiungere una struttura per effettuare radiografie, ecografie ed altri esami diagnostici di I livello. Oggi questo non è più un problema perché il servizio con ‘ClinicaDomicilio’ arriva a casa o in ufficio del paziente. Un progetto nato sette anni fa ma che oggi è sempre più in crescita e apprezzato dalla popolazione. L’agenzia di stampa Dire ne ha parlato con il dottor Andrea Muccioli, Fondatore del servizio di ‘ClinicaDomicilio’ offerto dal Consorzio Ospedaliero Colibrì.

– La pandemia ancora in corso ha imposto un ripensamento della sanità da ospedalocentrica ad una di prossimità e territorio. ‘ClinicaDomicilio’, servizio promosso dal Consorzio Colibrì, va in questo solco? Quali sono i servizi erogati e come si può prenotare un esame ad esempio?

“Clinicadomicilio sicuramente va a colmare questa lacuna che spesso allontana l’utente finale che invece noi seguiamo in questo modo a domicilio. Tra i servizi offerti ci sono le radiografie eseguite a casa del paziente. È un servizio molto veloce, erogato in giornata, e il referto del medico radiologo arriva sempre a domicilio in 24 ore. Inoltre tutte le nostre prestazioni sono sicure perché rispettano tutti i parametri per un uso di bassisimo di radiazioni ed è innovativo. Infatti è tra i primi servizi, di questo tipo, nati in Italia e si è molto sviluppato sul territorio bolognese. Inoltre fornisce la possibilità di effettuare delle radiografie ed esami di I° livello direttamente a letto del paziente. ‘Clinicadomicilio’ si rivolge a varie categorie di utenti che fanno parte soprattutto della fascia della terza età e che hanno difficoltà a muoversi. In questo modo è possibile non farli uscire per recarsi in un ambiente ospedaliero. Ma rispondiamo anche alle esigenze di salute della persona adulta che non riesce ad organizzarsi con il lavoro o con gli impegni familiari. Per prenotare la prestazioni ci sono vari canali dal numero dedicato al sito internet”.

– Qual è il target di popolazione che maggiormente si rivolge a voi? Per i più increduli lo standard qualitativo rimane inalterato?

“La qualità è elevatissima perché usiamo delle apparecchiature all’avanguardia che sono le stesse usate in ambiente ospedaliero. La cosa più performante è il tubo radiogeno che può essere trasportabile e soprattutto montato nel giro di pochi minuti dal tecnico sanitario direttamente a casa. Grazie ai nuovi macchinari le radiazioni si sono abbassate del 40% ed è per questo che le metodiche sono estremamente sicure anche se eseguite a domicilio”.

– Si sente parlare sempre più di presa in carico multidisciplinare e personalizzazione delle cure. Tutte queste caratteristiche rimangono inalterate con ‘ClinicaDomicilio’ o magari implementate?

“Sicuramente vengono implementate perché andiamo ad integrarci anche con altri sistemi di cura per cui è un ulteriore servizio che si aggiunge ai numerosi servizi già espletati sul territorio rivolto tanto agli anziani che per un pubblico adulto. Non fanno eccezione però anche i pazienti più piccoli. Questo fa comprendere come ‘ClinicaDomicilio’ risponda ad una ricca richiesta dei pazienti. Peraltro oggi portiamo a compimento un progetto che è stato portato avanti in questi anni e che finalmente ha preso forma”.

– Vuole aggiungere altro?

“‘ClinicaDomicilio’ è davvero un servizio sempre innovativo anche se c’è da molti anni, siamo al settimo anno di attività. I numeri stanno crescendo sempre di più perché le persone ci conoscono, ci scelgono e soprattutto poi ci consigliano. Questo è il segno che abbiamo colmato una esigenza del territorio e lo abbiamo fatto anche bene”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»