FOTO | ‘Vetrina’ Renner per illustratori under 40. Il tema? L’azzurro

BOLOGNA - Fari puntati sui giovani illustratori: è l'obiettivo della mostra "Azzurro" organizzata da Renner Italia, l'azienda di vernici di Minerbio,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Fari puntati sui giovani illustratori: è l’obiettivo della mostra “Azzurro” organizzata da Renner Italia, l’azienda di vernici di Minerbio, in provincia di Bologna, che quest’anno ha messo in piedi un’iniziativa ad hoc per dare spazio all’arte. Ma la mostra- che apre il 30 gennaio a Bologna- non è tutto: Renner ha istituito infatti anche un riconoscimento, il Premio per il Contemporaneo dedicato all’illustrazione, che consiste in un assegno da 10.000 euro all’autore del lavoro giudicato il migliore dell’iniziativa. A spuntarla, è stato il 33enne Michele Cazzaniga di Desio (Monza Brianza) con l’opera “Guado“.


La mostra ‘Azzurro’ è aperta dal 30 gennaio al 3 febbraio

Il lavoro di Cazzaniga occuperà il posto d’onore nella mostra che Renner Italia aprirà al pubblico dal 30 gennaio al 3 febbraio (ingresso gratuito) ad Atelier Sì (in via San Vitale 69, Bologna). All’iniziativa hanno partecipato 678 giovani disegnatori, che ci sono cimentati con il tema dell'”azzurro” proposto da Renner Italia. I lavori di 45 di loro troveranno spazio nell’esposizione che apre i battenti mercoledì e che è stata curata da Cheap Street Poster Art e progettato dallo studio Rizoma Architetture.

La mostra, inserita nel cartellone di appuntamenti di Art City Bologna 2019, sarà anche lo spazio in cui verranno presentati “Io sono Maria Callas”, l’ultima graphic novel della fumettista Vanna Vinci e “Colorama”, dizionario cromatico di Marie-Laure Cruschi in programma rispettivamente l’1 febbraio alle ore 18 e il 3 febbraio alle ore 17.





Un colore da interpretare liberamente

L’idea del concorso artistico è nata tra la primavera e l’estate scorsa, quando Renner chiamò a raccolta gli illustratori under 40,
operanti in Italia. La proposta? Interpretare un colore, l’azzurro, in piena libertà di espressione. A valutare l’operato delle centinaia di disegnatori che hanno voluto partecipare è stata una giuria composta da Vanna Vinci (presidente), fumettista autrice tra l’altro de La bambina filosofica; Lina Vergara Huilcamán, editrice di #logosedizioni e direttrice del free magazine Illustrati; Lorenzo Balbi, direttore artistico del MAMbo e di Art City Bologna; Simone Sbarbati, direttore di Frizzifrizzi; Sara Manfredi,
fondatrice del progetto di public art Cheap; Lindo Aldrovandi, direttore generale di Renner Italia.

Al termine del lavoro, la giuria ha scelto “Guado” di Michele Cazzaniga come opera vincitrice. L’opera “è un vero e proprio tributo all’azzurro” e, come ha spiegato lo stesso artista, se esiste l’azzurro lo si deve ad “una pianta comune, il Guado (o Guato), dalle cui fibre era possibile ricavare il prezioso pigmento, capace di restituire tonalità dall’azzurro cielo al cobalto e al turchese”.

Un vincitore e due menzioni speciali

Se Cazzaniga ha incassato il primo premio, due menzioni speciali da 1.000 euro sono state meritate da Daniele Catalli, 39enne romano, in gara con le porcellane di “Azzurro – Una storia” e Alessandra Manfredi di Senigallia, classe 1984, autrice di “Azzurro dentro”.

Sul sito di Renner è possibile consultare l’elenco di tutti gli artisti presenti con le loro opere alla mostra. Il catalogo 2018 del Premio per il Contemporaneo di Renner Italia sarà presto acquistabile online sul sito Ibs al prezzo di 19,90 euro.

Nella foto il vincitore Michele Cazzaniga:


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»