Roma, al Gemelli cura a distanza per bimbi affetti da tumore

Inaugurata la Sala di Tecno-consulto dotata di tecnologie a supporto della rete assistenziale di video diagnostica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Curare efficacemente a distanza i piccoli pazienti affetti da tumori cerebrali, limitando gli spostamenti tra le regioni di bambini e famiglie. È l’obiettivo per cui nasce a Roma, presso la Fondazione Policlinico Universitario ‘A. Gemelli’, la Sala di Tecno-consulto dotata di tecnologie a supporto della rete assistenziale di video diagnostica.

Gli specialisti del Gemelli, in questo modo, potranno dialogare in rete con i colleghi di quattro aziende ospedaliere (Caltanissetta, Crotone, Frosinone e Oristano), condividendo esperienze e professionalita’ al fine di garantire ai pazienti pediatrici affetti da tumore cerebrale un efficace e appropriato percorso di diagnosi e cura. Lo spazio, parte del progetto ‘Insieme per la salute’, e’ stato finanziato per circa 230mila euro dall’edizione 2015 di ‘Trenta Ore per la Vita’ con la Campagna ‘Home’. L’inaugurazione e’ avvenuta questa mattina alla presenza, tra gli altri: del dottor Giovanni Raimondi e dell’ingegnere Enrico Zampedri, rispettivamente presidente e direttore generale della Fondazione Policlinico Universitario ‘A. Gemelli’; Rita Salci, presidente di ‘Trenta Ore per la Vita’, e Lorella Cuccarini, socio fondatore dell’Associazione e testimone dell’iniziativa.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»