Made in Italy, Pd: “Errore aumentare l’import di olio tunisino”

ROMA - "Incrementare la quota di olio tunisino a
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

olio palmaROMA – “Incrementare la quota di olio tunisino a dazio zero nell”area Ue e” un errore, perche” incrementa seriamente il rischio di contraffazione del prodotto Made in Italy e di frode dei consumatori. Aver ottenuto il dimezzamento della quantita” di prodotto, da 70mila a 35 mila tonnellate di quota aggiuntiva, riduce e non elimina questo profilo critico, evidentemente sottovalutato anche dagli europarlamentari del Partito Democratico che siedono nella Commissione Commercio internazionale”. Lo dicono i deputati Pd Colomba Mongiello, vicepresidente commissione contraffazione e Dario Ginefra, della commissione Attivita” produttive.

“Comprendiamo le ragioni di solidarieta”, politica ed economica, che hanno indotto l”Ue ad adottare questa strategia; ma non possono essere gli olivicoltori italiani, gia” provati dalle crisi di mercato e dalle emergenze fitosanitarie, a pagarne le eventuali conseguenze negative– spiegano Mongiello e Ginefra- il sistema dei controlli, a qualunque livello, deve migliorare l”efficienza e l”efficacia della sua azione, per scongiurare il ripetersi di truffe come quelle fatte emergere dalla magistratura barese”. Governo e Regioni, quindi, “devono avviare immediatamente il Piano Olivicolo Nazionale per offrire alla filiera olivicola Made in Italy le opportunita” di crescita strutturale e di valorizzazione di un prodotto unico al mondo- concludono i democratici- confidiamo che il Parlamento europeo, su impulso del Pd, migliori ulteriormente il provvedimento licenziato dalla commissione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»