Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il calendario dell’Aeronautica svela la Forza Armata nei cieli del mondo

A quanti lo sfoglieranno presenterà un volto della Forza Armata forse meno conosciuto, quello lontano dai confini di casa, nei cieli più distanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Aprile è una coppia di Tornado che tattici volano in ricognizione sul deserto del Kuwait. Febbraio è il sorvolo di ‘air policing’ nei cieli dell’Islanda con due F35. Marzo è l’Eurofighter, il caccia intercettore per la difesa dello spazio aereo nazionale; aerei ora schierati in Lituania. Ed è una vertigine a tu per tu con il pilota. Maggio è il Boeing 767, protagonista dell’emergenza sanitaria Covid19. Tante altre le immagini, tra alta tecnologia, sfide, professionalità e cuore. Sono i dodici mesi del 2021 dell’Arma Azzurra, che si animano tra foto e video in cui immergersi con un semplice QR Code. Il calendario dell’Aeronautica militare è stato presentato oggi pomeriggio, a Palazzo Aeronautica e in diretta sul canale YouTube con tanti collegamenti da basi e teatri operativi.

 A quanti lo sfoglieranno presenterà un volto della Forza Armata forse meno conosciuto, quello lontano dai confini di casa, nei cieli più distanti. La prima copia del calendario è stata consegnata dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, il Generale di Squadra aerea, Alberto Rosso al Sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo. “‘Se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai in squadra’. E’ un detto americano- ha dichiarato il Generale – che rende benissimo l’attività aeronautica, i valori, il suo patrimonio ancora di più in questo momento di pandemia in cui la Forza Armata ha lavorato con le Istituzioni e con le altre Forze Armate, a servizio del Paese. Quest’anno il Natale sarà diverso e più sobrio- ha concluso il Capo di Sma- e voglio dire grazie a tutto al personale che come ogni Natale o festa svolgerà servizio in Italia o all’estero. A quanti si preparano a partire in teatro, a quanti di rientro non potranno subito riabbracciare i propri cari per la quarantena, a loro la mia gratitudine e il mio orgoglio“. 

Emozione che ha espresso anche il Sottosegretario Tofalo ricordando l’eccellenza aeronautica del “biocontenimento e dei voli sanitari”. Ha ricordato anche il Sottosegretario che “il 2021 sarà l’anno dello spazio con il COS, il Comando operazioni spaziali. L’Aeronautica porta l’Italia e la Difesa sempre più tra le stelle”. 

“Per il calendario ci siamo ispirati al mondo, a quello che l’Aeronautica fa nei cieli lontani dai confini, con il Tricolore sempre nel cuore“, ha spiegato il Generale di Brigata Aerea Giovanni Francesco Adamo, Capo del 5° Reparto “Comunicazione” dello Stato Maggiore che ha ricordato come “la Forza Armata nonostante l’emergenza in corso” stia portando avanti le proprie missioni. “Il mio mese preferito è aprile- ha detto- mi ricorda i primissimi giorni della mia fase operativa, nel lontano 1992. Ci avvarremo di Amazon- ha ricordato- e parte del ricavato andrà in beneficenza per il progetto ‘Un dono dal cielo’ per tre ospedali pediatrici: il Gaslini di Genova, l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù e il Santobono di Napoli”. 

Il calendario immortala anche, attraverso aerei e missioni, l’aiuto che l’Aeronautica Militare, come tutte le Forze Armate, sta dando alla sanità civile nell’affrontare l’emergenza Covid19. “La Forza Armata si è confrontata con il virus dal 2 febbraio per riportare a casa i 56 connazionali bloccati a Wuhan“. A ricordare lo schieramento di uomini, donne e mezzi per affrontare la pandemia è Federico Merola, Colonnello e Comandante del 14mo stormo di Pratica di Mare che insieme alla giornalista Valentini Bisti ha annunciato le novità del calendario. “Da quel febbraio ai drive-throug di oggi, c’è un continuo ponte aereo garantito dalla Forza Armata: dalla Cina e dal Giappone, ricordiamo i croceristi della Diamond Princess, ma anche tonnellate e tonnellate di materiale medicale- ha ricordato il Colonnello- medici, personale sanitario, missioni in biocontenimento, specialità della Forza Armata, e contributi innovativi come quello del reparto sperimentale volo a Pratica di Mare per maschere da snorkeling convertite in dispositivi di protezione medica da utilizzare in terapia intensiva. E poi ospedali, spazi per quarantene e isolamento”. 

Proseguono i mesi, tra tecnologia, teatri operativi, missioni. Si succedono le immagini suggestive della ‘Troupe azzurra’ e si arriva all’estate. E tra i mesi ecco Giugno, che è un Predator, l’aereo che può volare senza pilota a bordo e arrivare anche lontano: ricognizione, intelligence e rifornimento in volo le sue missioni.

“Con la gente per la gente” ha sottolineato il Colonnello Merola “non è un claim, è il nostro credo”. Lo dimostra l’infermiera aeronautica Ilaria Valentini, specializzata nei trasporti in bicontenimento che nella Giornata internazionale dedicata al contrasto della violenza sulle donne, che ricorre oggi, ha deciso, con la sua uniforme di soldato, di mandare un messaggio chiaro: ‘Nessuna tolleranza mai con la violenza‘. E hanno danzato le atlete azzurre in una delle sale storiche del Palazzo Aeronautica. Come non pensare poi al 25 aprile delle Frecce Tricolori, che hanno abbracciato l’Italia, ancora nella morsa del lockdown. I piloti, in collegamento, hanno ricordato le loro emozioni sorvolando una Roma deserta: “Un’esperienza indelebile nella nostra memoria“. 

Il calendario non manca inoltre di ricordare il Giubileo Lauretano in occasione del Centenario della proclamazione della Madonna di Loreto, protettrice degli Aeronauti. E le ricorrenze continuano con qualche suspence per il futuro. “Il 28 marzo 2021 l’Aeronautica compie 100 anni e ci stiamo preparando, tra innovazione e tradizione e nel 2021 celebreremo i 90 anni di questo Palazzo” ha annunciato il Colonnello Merola, ma non si può dire di più. Il saluto dell’Arma Azzurra verso il 2021 finisce, come da tradizione, in un volo celebrativo sulle note di Mameli.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»