FOTO | VIDEO | Morte Maradona, i Quartieri Spagnoli di Napoli si tingono di azzurro

El Pibe de oro si trovava nella casa di Tigre, in Argentina, dove si era stabilito in seguito a un intervento chirurgico al cervello per un coagulo di sangue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print











Previous
Next
https://vimeo.com/483675279

NAPOLI – Si tingono di azzurro le strade dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Tante le bandiere esposte ai balconi, tanti gli striscioni che compaiono tra gli stretti vicoli del capoluogo. “Napoli torna Campione” e “Facci sognare” sono le scritte affisse ai palazzi dei Quartieri. Alcuni tifosi hanno già raggiunto il luogo dove è presente il murales del Pibe de Oro con la maglia numero 10 indossata quando giocava nel Napoli.

AI QUARTIERI SPAGNOLI LUMINI VOTIVI PER DIEGO 

Lumini votivi accesi ai Quartieri spagnoli a pochi minuti dalla morte di Diego Armando Maradona. Nei pressi del murales dello storico numero 10 del Napoli, divenuto negli anni una importante attrazione turistica, è stato allestito un videoproiettore che trasmette le imprese del Pibe de Oro. Esposte dai tifosi anche antiche foto e fiori per omaggiare l’attaccante argentino.

FUOCHI D’ARTIFICIO SALUTANO CAMPIONE A PONTICELLI

Fuochi d’artificio per salutare il più grande calciatore di tutti i tempi, Diego Armando Maradona. Sono quelli che stanno risuonando e illuminando il buio della sera a Ponticelli, quartiere della periferia di Napoli, dove campeggia il grande murale dell’artista Jorit dedicato proprio al Pibe de oro.

MANIFESTI FUNEBRI: “CIAO DIO DEL CALCIO”

Manifesti che annunciano la morte di Diego Armando Maradona sono stati affissi a Napoli. “Il 25 novembre 2020 – si legge sui manifesti funebri – è venuto a mancare Diego Armando Maradona” firmato da “La Napoli che piange” e recante il messaggio “Ciao Dio del Calcio”.
“In contemporanea con Buenos Aires faremo i funerali che merita”, dice il tifoso che ha realizzato i necrologi, annunciando che presto saranno affissi in diverse strade delle città e recheranno anche la data dei funerali del Pibe de oro appena sarà annunciata.

DE LUCA: “IRRIPETIBILE GENIALITÀ, IL PIÙ GRANDE DI TUTTI”

“Unico, irripetibile genialità, il più grande di tutti, il più amato di tutti. Un grande uomo di calcio, un grande uomo di sport che prima del mondo intero, ha fatto innamorare Napoli perché di slancio e senza ipocrisia ha saputo scoprirne e interpretarne l’anima. Ha contribuito a riaccenderne l’orgoglio, unendo generazioni che lo hanno saputo amare, capire e anche perdonare”. Così su Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

DE MAGISTRIS: “IL PIÙ IMMENSO DI TUTTI I TEMPI”

“È morto Diego Armando Maradona, il più immenso calciatore di tutti i tempi. Diego ha fatto sognare il nostro popolo, ha riscattato Napoli con la sua genialità. Nel 2017 era divenuto nostro cittadino onorario. Diego, napoletano e argentino, ci hai donato gioia e felicità! Napoli ti ama!” e “Intitoliamo lo stadio San Paolo a Diego Armando Maradona!,  sono i tweet del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Il primo cittadino ha inoltre disposto che le luci del San Paolo resteranno accese tutta la notte.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»