Recovery Fund, Von Der Leyen: “Serve Corte di Giustizia per Ungheria e Polonia”

"Non possiamo lasciare che i cittadini che hanno bisogno urgente del nostro aiuto non abbiano una risposta"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BRUXELLES – “Se c’è qualcuno che ha ancora dei dubbi c’è una via più facile da seguire. Si può ricorrere alla Corte di giustizia europea“. Così la presidente della Commissione europea riferendosi a Polonia e Ungheria che hanno posto il veto al bilancio europeo per opporsi alla condizionalita’ che prevede lo stanziamenton dei fondi Ue legati al rispetto dello Stato di diritto.

“Questa è la sede in cui se abbiamo differenze di opinioni su testi giuridici, li lasciamo alla Corte” ha continuato la presidente della Commissione.

Non possiamo lasciare che i cittadini che hanno bisogno urgente del nostro aiuto non abbiano una risposta. Dobbiamo pensare a tutte queste persone, anche in Polonia e Ungheria”, ha concluso.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»