Fnomceo: sabato a Roma medici in piazza per salvare Ssn

L'appuntamento è dalle 15 alle 18, presso piazza Santi Apostoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Per la prima volta, sotto l’egida della Fnomceo, tutta la classe medica è riunita per la difesa della professione e del Servizio sanitario nazionale. Il fatto che la nostra Federazione viaggi in contemporanea con tutte le organizzazioni sindacali, infatti, non è mai accaduto: in qualche modo tutti rappresentiamo la professione, anche se da versanti diversi, ma nella manifestazione di sabato saremo compatti. Mi pare, quindi, che il momento sia imperdibile”. Così Roberta Chersevani, presidente della Fnomceo (Federazione nazionale degli ordini dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri), intervistata dall’agenzia Dire in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione dei medici, che si svolgerà a Roma sabato 28 novembre.

medici

L’appuntamento è dalle 15 alle 18, presso piazza Santi Apostoli. “Credo che questa mobilitazione- ha proseguito- possa essere un ulteriore momento di confronto. I punti sui quali vorremmo essere ascoltati dal governo sono tanti, ma se iniziassimo veramente a fare un tavolo di confronto, credo che da questo potrebbe intanto uscirne fuori un percorso positivo”. La manifestazione di sabato, intanto, sarà in diretta streaming. “In questo modo- ha sottolineato Chersevani- davvero tutti potranno seguire l’evento dal palco. Per chi ci vorrà seguire su Twitter, invece- ha concluso- l’hastag è #iomimobilitoetu“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»