Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Sileri: “Variante Delta plus non preoccupa, ecco quando toglieremo le mascherine”

sileri
"Non credo che mettendo l'obbligo vaccinale si guadagnino punti percentuali sulla vaccinazione", ha aggiunto il sottosegretario alla Salute
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Gli studi provenienti dal Regno Unito non ci fanno preoccupare molto sulla variante Delta plus”. Lo dice il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a 24 Mattino su Radio 24. In merito alla situazione epidemiologica, il sottosegretario ha osservato che “la transizione da pandemia a endemia accadrà anche in una parte del 2022. Mascherine prima o poi le toglieremo ma non è una cosa da fare oggi, lo vedete da quello che sta succedendo in Gran Bretagna”.

E sul Green pass: “si va per gradi, per adesso non abbiamo ancora la capienza piena in diverse attività, abbiamo ancora la distanza, la mascherina. Il virus circola in maniera aggressiva in molti paesi, il Green pass- ha precisato- sarà l’ultima cosa che sarà rimossa”.

Sulla possibilità che si arrivi all’obbligo vaccinale, “non credo che mettendo l’obbligo vaccinale si guadagnino punti percentuali sulla vaccinazione– ha rimarcato Sileri a Radio 24- si ottengono parlando con le persone e cercando di convincerle. Siamo vicini al 90%, anche con l’obbligo non si andrebbe oltre”.

Per quanto tempo ancora resteranno mascherine e distanziamento? “Credo verosimilmente fino alla fine dell’anno- dice Sileri- dopodiché vedremo l’andamento al termine dell’epidemia, se i numeri dovessero rimanere quelli che osserviamo oggi, è chiaro che si procederà alla rimozione della mascherina così come del distanziamento. Prima si toglierà la distanza e poi si toglierà la mascherina. E’ prematuro dare una risposta oggi ma se i numeri rimangono questi, cioè rimangono bassi per molto tempo e si innalza la quota dei vaccinati, distanza e mascherina verranno tolti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»