Di Maio: “Roma attaccata da gruppi di estrema destra”

Di Maio condanna la guerriglia di questa notte: "Hanno distrutto un intero quartiere dando fuoco a cassonetti, scooter e macchine"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Adesso tutti condannino, con fermezza, quanto accaduto questa notte a Roma. Senza se e senza ma. Hanno aspettato la mezzanotte per violare il coprifuoco. Subito dopo hanno aggredito le nostre forze dell’ordine, sparato fuochi d’artificio, lanciato petardi e bombe carta contro donne e uomini della Polizia di Stato. Hanno distrutto un intero quartiere dando fuoco a cassonetti, scooter e macchine”. Lo scrive su facebook Luigi Di Maio, ministro degli Esteri.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Guerriglia dell’estrema destra a Roma, tensione a Piazza del Popolo

Gruppi di estrema destra organizzati per attaccare la città. Per cosa? Per la ‘dittatura sanitaria’? Con 8 milioni di contagi in tutta Europa? Sono piccoli uomini. Ecco chi sono- prosegue Di Maio- Invece di fare i teppistelli col volto coperto, andatevi a fare un giro negli ospedali, chiedete ai vostri coetanei intubati come stanno, quanto soffrono. Complimentatevi con medici e infermieri, aiutate chi vi sta accanto e soprattutto abbiate rispetto delle nostre forze di polizia. Per una volta, fate qualcosa di buono nella vita. La mia vicinanza alle forze dell’ordine; a chi, in questa pandemia, rischia ogni giorno la vita per la nostra sicurezza a stipendi, lasciatemelo dire, irrisori. Viva l’Italia perbene e onesta”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Protesta contro il lockdown, guerriglia sul lungomare di Napoli

CONTE: “PROFESSIONISTI DISORDINE E PROTESTA”

“Nella scorsa notte ci sono stati scontri a Roma. Dobbiamo stare attenti a non offrire lo spazio a nessun professionista della protesta e del disordine sociale in un contesto di reale sofferenza per tutta la popolazione”, ha detto Conte durante la conferenza a Palazzo Chigi per illustrare le misure del nuovo Dpcm anti-covid.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»