Missione Onu in Cile per verificare violazione dei diritti umani

Negli scontri tra manifestanti e poliziotti delle ultime settimane sono rimaste uccise già 18 persone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una missione per far luce su violazioni dei diritti umani da parte delle forze di sicurezza nel corso delle proteste degli ultimi dieci giorni partirà per il Cile su decisione dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, l’ex presidente del Paese latinoamericano Michelle Bachelet. Secondo bilanci rilanciati dalla stampa di Santiago, in disordini e scontri tra manifestanti e poliziotti sono rimaste uccise già 18 persone. Centinaia i feriti. Ieri Bachelet ha sottolineato che “sia il governo che i parlamentari hanno espresso il loro interesse nel ricevere la missione Onu”.

VIDEO | In Cile infiammano le proteste, almeno 10 morti. Il presidente: “Siamo in guerra”

In Cile proseguono le proteste, a una settimana dalla proclamazione di uno stato di emergenza e dall’introduzione di un coprifuoco da parte dell’esecutivo del presidente Sebastian Pinera. A innescare le contestazioni un aumento del prezzo dei biglietti del trasporto pubblico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»