Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Inaugurata nuova sede museo della Zecca, oltre 20.000 opere /FOTOGALLERY

Il presidente della Repubblica ha inaugurato il Museo della Zecca di Roma, con una visita privata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Oltre 20.000 opere tra monete, medaglie, punzoni, modelli in cera e macchine industriali d’epoca, tra i quali il bilanciere pontificio di Clemente XII. Sono i tesori custoditi nella nuova sede del museo della Zecca di Roma, inaugurata oggi. Questo spazio, ricorda l’amministratore delegato dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato, Paolo Aielli, “era parte di un’eredità polverosa con casse piene di materiale prezioso e macchinari industriali d’epoca accatastati. Un patrimonio abbandonato per un malinteso senso del risparmio, per una mancanza di sensibilità nella cura della memoria o, peggio, per una semplice disattenzione”. Oggi, conclude, è diventato “uno spazio reale e aperto al pubblico” che consente di “apprezzare un pezzo della storia artistica del nostro paese che finora sembrava comprensibile solo agli esperti di settore e ai collezionisti”.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inaugurato il Museo della Zecca di Roma. Accolto al suo arrivo dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, dal Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, dal Presidente e dall’Amministratore delegato dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Domenico Tudini e Paolo Aielli, il Capo dello Stato ha visitato il Museo illustrato dal Responsabile scientifico Silvana Balbi de Caro.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»