Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Raggi: “Non sono stata perfetta, ma siamo sulla strada giusta”

E avanza sospetti sui tanti frigoriferi abbandonati in strada: "Mi sembra strano". Ironia Pd: "E' Frigo-gate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

@AntonioFraioliROMA  – Alla guida di Roma da quattro mesi, Virginia Raggi, intervistata da Repubblica, sostiene di non aver niente da rimproverarsi. Ed è convinta di aver imboccato la strada giusta: “Abbiamo arato il terreno e cominciato a seminare, le prime piantine si vedono già nascere”.

Gli obiettivi? “Sono tre quelli sui quali mi sono concentrata: trasporti, rifiuti e trasparenza“. Ma le grane non sono mancate, come le inchieste sull’assessora Muraro. La sindaca continua a difenderla: “Si tratta di presunti reati, perché ancora in fase d’indagine. Ma sarebbero presunti anche se si andasse a processo, fino a che non si arrivasse a una condanna”.

Di questi primi mesi di mandato non c’è nulla che, a ripensarci, farebbe diversamente, dice. “Non sono stata perfetta in tutto, è vero, ma le sbavature servono per capire e migliorare”. Eppure non si sente sotto esame. “Non sono costantemente in contatto con Grillo, lo sento di tanto in tanto. Ci aiuta nella comunicazione”. E del ‘tagliando’ che il leader del Movimento vorrebbe fare a gennaio alla sua giunta? “Tagliando? Non ne so nulla“.

RAGGI: TROPPI FRIGO IN STRADA; PD: LA CONGIURA DEI FRIGORIFERI

“Noi ora ci troviamo a smuovere una montagna, ma lo faremo, non è un problema. Certo ci vuole un po’ di tempo. Poi devo dire che non ho mai visto tanti rifiuti pesanti, divani, frigoriferi abbandonati per strada. Non so se vengono fatti dei traslochi, se tanta gente sta rinnovando casa, ma è strano…”. Ma sta dicendo che lo fanno apposta? Forse ci sono sempre stati ma lei non li notava? “No, eh no. È un po’ strano, ci sono frigoriferi che invece di essere portati all’isola ecologica vengono buttati vicino ai cassonetti e non è mica un lavoro semplice portarli lì, non so neanche come facciano. Però il frigorifero è già tutto sfondato e graffitato. Mi sembra strano“. E’ un passaggio dell’intervista di oggi al quotidiano ‘La Repubblica’ della sindaca di Roma Virginia Raggi. Passaggio che ha scatenato subito l’ironia dei parlamentari Pd sui social. “Trasporti monnezza faide polemiche, paralisi. Ma priorita’ di Roma per Raggi sono frigoriferi lasciati nei cassonetti Impagabile #frigogate“, twitta il senatore Pd Stefano Esposito. Mentre il senatore dem aggiunge: “E nessuno mi aveva informato che a Roma era in corso la terribile congiura dei frigoriferi. #Raggiamari anzi amarissimi”.

LEGGI ANCHE

Roma, Raggi rilancia la funivia Casalotti-Battistini

Roma, Muraro: “Niente dimissioni, vado avanti col sostegno della sindaca”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»