Nove cittadini fanno lo sciopero della fame per far restare Marino

La richiesta? "Ritira le dimissioni, ed onora l'Aula che fu di Mazzini, Garibaldi, Nathan e Petroselli con un dibattito sotto gli occhi dei cittadini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Caro Ignazio, Sindaco che noi, noi il popolo, non i partiti, abbiamo eletto: al quinto giorno di sciopero della fame veniamo in Piazza del Campidoglio a portarti una vicinanza che non è solo un gesto di affetto, ma la pretesa da parte tua di un atto di responsabilità”. Comincia così l’appello dei nove fra consiglieri municipali e cittadini qualunque in sciopero della fame perché Marino ritiri le sue dimissioni. “È necessario fermare il Golpe dei Nominati e degli Innominabili contro Eletti ed Elettori”, continua l’appello che si conclude con una appassionata esortazione: “Ritira le dimissioni, ed onora l’Aula che fu di Mazzini, Garibaldi, Nathan e Petroselli con un dibattito sotto gli occhi dei cittadini”.

pro marino 2

Seguono le firme: Davide Tutino, vicepresidente del Consiglio del Municipio 7 di Roma, Radicale eletto nella Lista Civica Marino. In sciopero della fame dal 20 Ottobre. Laura Reali, delegata ASL del Sindaco, in sciopero della fame sabato 24 e domenica 25. Emilia Lanave, assessore alle attività produttive in Municipio 2, in sciopero della fame sabato 24 e domenica 25. Maria Laura Turco, avvocato, maratoneta. In sciopero della fame giovedì 22 Ottobre e venerdì 23 Ottobre. Franco Giacomelli, Radicale, fondatore dell’associazione Mare libero. In sciopero della fame Sabato 24 e Domenica 25. Gianni Colacione, direttore di Liberi TV. In sciopero della fame giovedì 22 Ottobre e venerdì 23 Ottobre. Claudio Izzi. In sciopero della fame giovedì 22 Ottobre e venerdì 23 Ottobre. Stefano Vitelli, dipendente Comunale. In sciopero della fame Sabato 24 Ottobre. Paolo Izzo, scrittore. In sciopero della fame da ieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»