Premio Caccuri a Carlo e Renzo Piano, riconoscimento anche a Mimmo Lucano

Per la saggistica al secondo posto, pari merito, gli altri 2 finalisti: Bianca Berlinguer, Alan Friedman e Walter Veltroni. Premio per la narrativa a Lia Levi con 'L'anima ciliegia'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – Carlo e Renzo Piano sono i vincitori della IX edizione del Premio Caccuri 2020 per la sezione saggistica con: Atlantide, viaggio alla ricerca della Bellezza (Feltrinelli). Al secondo posto, pari merito, gli altri tre titoli finalisti: Storia di Marcella che fu Marcello (La Nave di Teseo) di Bianca Berlinguer, Questa non e’ l’Italia (Newton Compton) di Alan Friedman e Odiare l’odio (Rizzoli) di Walter Veltroni. Premio per la narrativa a Lia Levi con L’anima ciliegia (HarperCollins), all’ex sindaco di Riace in Calabria Mimmo Lucano il premio speciale FondCarial – Alessandro Salem. Si e’ conclusa cosi’ l’edizione 2020 del Premio Caccuri caratterizzata quest’anno dall’emergenza Covid che pero’ non ha diminuito l’impegno dell’Accademia dei Caccuriani che organizza la kermesse culturale in uno dei borghi maggiormente suggestivi della Calabria in provincia di Crotone. Per l’occasione il Comune di Caccuri ha assegnato una doppia cittadinanza onoraria per la: Calabria che resiste e costruisce ponti, e assegnata al procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri e al maestro orafo Michele Affidato. Nella categoria dedicata alla musica il premio e’ stato assegnato al cantautore Ron che ha concluso la kermesse con un concerto.

LEGGI ANCHE: Calabria, dal 19 al 24 settembre il Premio Caccuri

“A Caccuri vince la bellezza nella sua accezione piu’ ampia, la bellezza come ricerca costante di un altro mondo possibile da costruire insieme con il coraggio e la partecipazione di tutti, ognuno con il proprio contributo”. È questo il messaggio che attraverso il Premio Caccuri 2020 ha voluto ribadire l’Accademia dei Caccuriani. E di bellezza ha parlato anche il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri: “Sono convinto che un’altra Calabria sia possibile, questo e’ il messaggio che cerchiamo di dare anche attraverso il nostro lavoro – ha affermato il procuratore durante la cerimonia – stiamo facendo un percorso positivo, che ci sta facendo crescere, tutti insieme”. Gianluigi Nuzzi e Francesca Lagoteta hanno condotto la serata finale durante la quale sono stati presentati i titoli in concorso: Emanuela Gemelli ha dialogato con Carlo e Renzo Piano, Cataldo Calabretta con Bianca Berlinguer, Neri Marcore’ con Walter Veltroni e Paolo Di Giannantonio con Alan Friedman.

LEGGI:

MIMMO LUCANO: “PREMIARE UNO COME ME È UNA SCELTA CORAGGIOSA”

La proclamazione del vincitore e’ stata preceduta dall’assegnazione del Premio speciale “FonCarical – Alessandro Salem” a Mimmo Lucano, che ha ringraziato concludendo la presentazione del suo libro Il fuorilegge (Feltrinelli) con queste parole: “La politica per come la intendo io significa mettersi al servizio degli altri. E penso che premiare uno come me sia una scelta coraggiosa“.

L’Accademia dei Caccuriani ha proposto un vero e proprio festival alla scoperta delle bellezze culturali, storico-archeologiche, paesaggistiche ed enogastronomiche del territorio, come il dialogo tra letteratura ed enogastronomia, tra cinque scrittori calabresi e i produttori di vino locali: Giuseppe Aloe con Dorina Bianchi, Ettore Castagna con Francesco Cirilli, Gioacchino Criaco e Vincenzo Filosa con Susy Ceraudo, Katia Colica con Filomena Greco, Domenico Dara con Paolo Librandi. Il pregio del Premio – riconosciuto anche dal Presidente della Repubblica che ha inteso premiare l’impegno, il consenso di pubblico e l’entusiasmo degli organizzatori con l’onorificenza della Medaglia al valore culturale – e’ stato ulteriormente confermato quest’anno dalla collaborazione con tre media partner d’eccellenza: Rai Radio 3, l’agenzia di stampa Dire e il gruppo Pubbliemme. Come di consueto, i quattro saggi – selezionati da un comitato scientifico presieduto dallo storico Giordano Bruno Guerri – sono stati votati da una giuria popolare e da una nazionale, composte in totale da 110 giurati (30 i nazionali e 80 gli accademici).

I VINCITORI DELLE SCORSE EDIZIONI

Il palmares dei vincitori del contest di saggistica delle precedenti edizioni annovera Pino Aprile, Roberto Napoletano, Barbara Serra, Claudio Martelli, Gianluigi Nuzzi, Antonio Padellaro, Nicola Gratteri e Carlo Cottarelli. Non soggetto a voto delle due Giurie, ma di pari standing, il Premio speciale “FonCarical – Alessandro Salem” attribuito ai talenti del nostro Paese e assegnato nelle precedenti edizioni ad Alessandro Profumo, Paolo Mieli, Carmen Lasorella, Antonio Azzalini, Michele Placido, Massimo Cacciari e Jan Slangen.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»