Codogno, l’ufficiale medico dell’Esercito: “L’apertura delle scuole è un raggio di sole”

Lucia Fallo: "In mente i disegni dei bambini sui cancelli delle Rsa". Esercito Italiano: "Vicino ai cittadini"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Mi sono venuti in mente i disegni e gli striscioni fatti dai bambini, appesi sui cancelli delle RSA dove prestavo servizio come medico. Quegli arcobaleni, quelle nuvolette e le scritte di speranza. Mi sento orgogliosissima e sono felice di essere tornata qui”. E’ una voce emozionata e piena di entusiasmo quella di Lucia Fallo, ufficiale medico dell’Esercito italiano che, raggiunta dall’agenzia Dire, ha raccontato l’emozione di essere di nuovo a Codogno, dove ha prestato servizio come Ufficiale medico, durante i mesi più difficili dell’emergenza Covid19. Questa volta lei e l’infermiere dell’Esercito italiano, con cui ha condiviso la missione, non torneranno per andare in ambulatorio o nelle residenze per anziani, ma per consegnare “220 agende scolastiche 2020-2021 dell’Esercito agli studenti delle classi terze medie dell’ Istituto comprensivo statale ‘Ognissanti’ e del paritario ‘Piera Andreoli’ di Codogno”.

In una cerimonia questa mattina, con gli studenti e gli insegnanti nel rispetto delle normative Covid, sono stati distribuiti questi diari nei quali, ha detto l’Ufficiale: “Sono rappresentati i valori e i principi che animano i soldati, le armi e le specialità che compongono l’Esercito italiano, le battaglie che lo hanno visto protagonista dal Risorgimento ad oggi, ma anche le missioni di pace e uno sguardo sulle sfide del futuro”. Il diario – come riporta l’Esercito in una nota stampa- “è quello utilizzato dagli allievi delle scuole Militari dell’Esercito” e viene donato ai giovani studenti e studentesse “in segno di vicinanza e sostegno nell’affrontare questo nuovo anno scolastico. Un segno tangibile di solidarietà, nel segno della continuità e dell’attenzione nei confronti di chi ha sofferto più di tutti le conseguenze della diffusione del Covid-19”.

Proprio per chi, come Lucia Fallo, ha toccato con mano la paura e il dolore dei pazienti, soprattutto degli anziani, “l’apertura della scuola ha la bellezza di un raggio di sole. E’ un inizio quello che stiamo vivendo anche per il mondo della scuola- ha detto- che ha messo in campo delle novità per il futuro, pensiamo alla didattica a distanza durante il lockdown. L’impegno degli insegnanti è stato importante e nonostante tutte le difficoltà, come quella del distanziamento, nonostante sia difficile, le scuole andavano aperte ed è un segnale di speranza importante”. Come Lucia Fallo tante le figure professionali, ma anche i mezzi e materiali, messi in campo dalla Forza Armata durante l’emergenza. “L’Esercito Italiano continuando a garantire la capacità operativa nelle attività già in corso in Patria e all’estero ha reso prontamente disponibili, le competenze, la dedizione e lo spirito di sacrificio del proprio personale, dei medici e degli infermieri della Forza Armata, unitamente ad una grande quantità di infrastrutture, mezzi e materiali, dimostrando appieno di essere una istituzione pronta, capace, poliedrica e vicina ai cittadini” si legge nel comunicato sulla cerimonia di oggi. Alla consegna dei diari, oltre a studenti e docenti e dirigenti scolastici, hanno partecipato il VicePrefetto Vicario di Lodi, Michele Giacomino; il Sindaco di Codogno, Francesco Passerini; il Questore di Lodi, Giovanni di Teodoro, una rappresentativa di Allievi della Scuola Militare Teulié di Milano con il loro Comandante, Colonnello Daniele Pepe, il Colonnello Salvatore També, Comandante dell’Operazione Strade Sicure in Lombardia durante le prime fasi dell’emergenza, e una rappresentanza del personale sanitario dell’Esercito che ha garantito la continuità assistenziale alla popolazione. Il Diario 2021 dell’Esercito Italiano, distribuito da quest’anno alle Scuole Militari “Nunziatella” e “Teuliè”, sarà reso disponibile sulle principali piattaforme di vendita online, sul portale e-commerce dell’Esercito di prossima apertura e da subito, sul sito www.esercito.difesa.it.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»