hamburger menu

Il prezzo del gas sale ancora, Calenda: “Sospendere la campagna elettorale, è emergenza”

"Servono 10 miliardi per le imprese, sganciamento rinnovabili dal gas e 30 miliardi sulle famiglie. Ora"

Pubblicato:26-08-2022 16:44
Ultimo aggiornamento:26-08-2022 16:44
Canale: Politica
Autore:
calenda-gas
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Le forze politiche sospendano la campagna elettorale e si dichiarino pronte a supportare il piano del governo, rigassificatore incluso, e un eventuale scostamento di bilancio“, dice Carlo Calenda in un tweet. In un altro post aggiunge: “Siamo in emergenza nazionale. Grazie Salvini, Berlusconi e Conte il governo Draghi ha le mani legate. Ma servono 10 miliardi per le imprese, sganciamento rinnovabili dal gas e 30 miliardi sulle famiglie. Ora”.

E parlando di campagna elettorale, ieri l’Agcom ha bocciato il confronto a due tra Giorgia Meloni e Enrico Letta previsto per il 22 settembre a Porta a Porta.

SALVINI: PD SI ACCORGE DEL CARO BOLLETTE CON MESI DI RITARDO

“Benvenuta alla sinistra nel mondo reale: quando la Lega parlava di emergenza bollette e otteneva miliardi per tamponare gli aumenti, Pd e compagni si occupavano di Ddl Zan, tasse sulla casa e droghe libere. Ora ci danno ragione con mesi di ritardo: prima del 25 settembre, faranno in tempo a sostenere anche flat tax, nucleare e quota41?”, dice il leader della Lega Matteo Salvini.

SALVINI: “SPERO CHE L’EUROPA IMPONGA UN TETTO ALLE AZIENDE

“È l’Europa che deve muoversi, quindi speriamo che l’Europa imponga questo benedetto tetto alle aziende. Intanto però non possiamo aspettare mesi che a Bruxelles si sveglino. Noi possiamo aumentare l’estrazione del gas, aumentare la produzione, liberare tutti gli impianti che sono bloccati dalla burocrazia, in mare, su terra, rigassificatori, impianti eolici e fotovoltaici, riavviare la ricerca sul nucleare pulito e sicuro di ultima generazione perché è l’unico modo con cui si possono abbattere in futuro le bollette della luce e del gas e fare tutto il possibile perché la guerra finisca. Perché parte dell’aumento dipende anche dall’invasione russa in Ucraina”, aggiunge Salvini, da Grazzanise (Caserta) dove ha incontrato una delegazione di allevatori bufalini.
“Quindi – ha aggiunto – se Bruxelles interviene domani mattina mettendo un tetto al prezzo del gas bene, se anche in questo caso non si muovono l’Italia non può aspettare, le famiglie non possono aspettare. Ad esempio, se fossi nel presidente del Consiglio, io convocherei oggi a Roma Eni, Enel, A2a, le aziende produttrici di petrolio e le raffinerie per concordare con loro a livello interno un tetto all’aumento del gas, visto che qualcuno ci sta guadagnando miliardi. Se il gas aumenta, se la luce aumenta, ci sono le aziende che producono e distribuiscono che stanno guadagnando miliardi e miliardi. Mettere un tetto a questi extra guadagni – ha concluso Salvini – è possibile”.

ORLANDO: “SALVINI HA UN’AMNESIA, PD CONTRO IL CARO BOLLETTE

“Salvini ha un’amnesia. Non ricorda che il Pd ha sollecitato e sostenuto tutti gli interventi contro il caro bollette. Siamo stati noi in cdm a proporre la tassazione dei sovraprofitti come copertura. È la strada su cui proseguire subito per aiutare le famiglie e le imprese”, scrive su twitter il ministro del Lavoro, Andrea Orlando rispondendo agli attacchi del leader della Lega.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-26T16:44:25+01:00