Gorga (Campania Libera): “Utilizzare Mes per medicina scolastica”

"Servizio da riattivare per ripresa anno in sicurezza"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Le norme ci sono gia’. Applichiamole”. E’ quanto afferma Clelia Gorga, candidata al Consiglio regionale della Campania con Campania Libera.

Per Gorga il servizio di medicina scolastica “andrebbe riattivato in tutte le scuole per garantire ad alunni, famiglie e personale scolastico, una ripresa dell’anno scolastico in sicurezza, senza rincorrere soluzioni stravaganti e illusorie”.

“Pensare che alunni di sei anni – sostiene – possano stare cinque ore in classe con la mascherina e’ irrealistico. Cosi’ come, sono certa, risultera’ difficile garantire il distanziamento in aula.

E’ la prevenzione che puo’ fare la differenza. E i presidi sanitari all’interno delle scuole possono assolvere questo compito. Se la figura del medico di riferimento negli istituti di istruzione e’ tramontata e al suo posto e’ stata istituita la figura del pediatra di libera scelta, con ciascun professionista che pero’ ha anche piu’ di mille mutuati, e’ avvenuto in un momento storico in cui nessuno immaginava di dover fronteggiare una pandemia”.

“Le risorse – argomenta – che inevitabilmente sarebbero necessarie per permettere ai medici di medicina generale di lavorare per la medicina scolastica potrebbero arrivare dal Mes se solo il governo si decidesse a chiederne l’attivazione.
Nell’immediato si potrebbero inoltre coinvolgere nel servizio i medici specializzandi senza gravare sulle casse dello Stato”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»