Molise, bilancio positivo per prima giornata campagna screening a scuola

Da Asrem invito a prenotati a presentarsi per evitare stop catena attività
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Una buona affluenza, svolgimento regolare e assenza di assembramenti o file. É positivo il bilancio della prima giornata della campagna di screening sierologico per il personale della scuola molisana partita ieri.

Allo stato attuale, non risultano criticita’ in merito al sistema di prenotazione dei test predisposto dall’Azienda sanitaria regionale del Molise (ASReM) e alla mail attivata allo scopo. Soddisfazione e’ stata espressa agli operatori da parte del personale scolastico che si e’ recato presso gli ambulatori dedicati. Agli utenti sottoposti a test e’ stato rilasciato referto medico attestante l’esito.

Dall’Azienda sanitaria regionale arriva anche la segnalazione che diversi utenti prenotati non si sono presentati con conseguenti stop nella catena delle attivita’ e nella organizzazione degli ambulatori.

Pertanto, l’invito rivolto a coloro che si prenotano e’ quello di presentarsi all’appuntamento, salvo improcrastinabili motivi familiari o di salute, da comunicare tramite mail dedicata. Sebbene il test sia effettuato su base volontaria, l’appello della Regione rivolto al personale docente e Ata e’ quello “di aderire alla campagna di screening, perche’ piu’ persone si sottopongono al test, piu’ dati si riusciranno a raccoglie per riaprire le scuole in tutta sicurezza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»