hamburger menu

VIDEO | Dal Psr Marche 500 mila euro per progetti turistici in 7 Comuni del Montefeltro

Turismo bike, percorsi fluviali, sentieri: sette Comuni del Montefeltro dal 2023 potranno contare su nuovi progetti turistici grazie ai 500 mila euro di fondi derivanti dal Psr

25-07-2022 16:18
turismo montefeltro
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PESARO – L’unione fa la forza soprattutto quando si tratta di mettere in campo progetti strategici in grado di intercettare risorse europee. Lo sanno bene i Comuni di Macerata Feltria, Mercatino Conca, Monte Cerignone, Monte Grimano Terme, Montecopiolo, Sassofeltrio e Pietrarubbia, a cavallo tra le province di Pesaro Urbino e Rimini, che grazie al Progetto integrato locale (Pil) ‘I percorsi dell’esperienza alle origini del Montefeltro’ hanno ottenuto un finanziamento derivante dal Psr Marche di quasi 500mila euro per avviare nei propri territori progetti in grado di potenziare l’offerta turistica dell’intera area del Montefeltro.


“Siamo molto soddisfatti sia per il finanziamento ottenuto sia per la strategia messa in campo che vede un’azione integrata e sinergica tra sette Comuni del Montefeltro, con il coinvolgimento anche di imprenditori privati, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo dei nostri territori- spiegano i sindaci Luciano Arcangeli (Macerata Feltria), Omar Lavanna (Mercatino Conca), Elia Rossi (Monte Grimano Terme), Pietro Rossi (Montecopiolo), Carlo Chiarabini (Monte Cerignone), Maria Assunta Paolini (Pietrarubbia) e Fabio Medici (Sassofeltrio)- fare squadra soprattutto tra piccoli Comuni diventa fondamentale per intercettare fondi e iniettare liquidità nel nostro tessuto socio-economico”.

BIKE, PERCORSI FLUVIALI, AREE PER I CAMPER

Il progetto, tra le altre cose, prevede la sistemazione di infrastrutture al servizio in particolare del turismo bike, la riqualificazione di percorsi fluviali a carattere naturalistico-escursionistico, la sistemazione di aree verdi e di sentieri, la creazione di aree di sosta per i camper e il recupero di percorsi di accesso a beni culturali (Rocca di Sassofeltrio e Rocca Montefeltrana) rendendo più fruibile il bene stesso.

L’iniziativa vede il coinvolgimento anche di partner privati che avvieranno nuove attività generando occupazione e indotto economico: Katia Rossi (avvio di nuova attività di artigianato artistico e tradizionale a Monte Cerignone), Montefeltro Bike (avvio di una nuova attività di officina bike con annesso noleggio a Monte Grimano Terme), Glamping Inn srl (avvio di una nuova attività ricettiva a Montecopiolo), Hotel Parco del Lago (realizzazione di un camping a Montecopiolo).

turismo montefeltro

DAL 2023 VIA AI NUOVI SERVIZI TURISTICI

“Il Pil rappresenta per noi un’opportunità importante- aggiunge Chiarabini- Il Montefeltro, legato da sette progetti in sette Comuni, verrà rappresentato nella maniera migliore: il Pil è partito nel 2014-2015 ma il percorso ora vede la luce in fondo al tunnel per cui i progetti verranno realizzati nel giro di sei o otto mesi dai Comuni e quindi a partire dal 2023 potremo offrire ulteriori servizi ai turisti del Montefeltro”.

L’obiettivo del Pil è anche quello di contribuire a contrastare lo spopolamento delle aree interne favorendo gli investimenti, valorizzando le eccellenze territoriali e portando servizi nell’entroterra. “Grazie all’unione siamo riusciti ad intercettare un contributo strutturale- commenta Elia Rossi- Nel senso che con questo contributo siamo riusciti ognuno di noi a portare a casa un risultato che singolarmente non saremmo riusciti a centrare. Penso al mio Comune: abbiamo sempre parlato di realizzare un’area camper ma non abbiamo mai trovato risorse sufficienti. Ora una parte l’abbiamo messa noi, una parte il Pil e così siamo riusciti a centrare l’obiettivo. Se questo modo di lavorare diventa sistemico nel Montefeltro possiamo diventare davvero competitivi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-25T16:18:29+02:00