Regionali Marche, comitato elettorale Acquaroli alla Baraccola

Francesco Acquaroli ha inaugurato questa mattina la sede del comitato elettorale ad Ancona, in zona Baraccola
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ANCONA – Francesco Acquaroli ha inaugurato questa mattina la sede del comitato elettorale ad Ancona, in zona Baraccola. Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione ha scelto “un luogo molto piu’ fruibile del centro per aprirsi al resto della regione” e, affiancato dai rappresentanti delle 8 formazioni politiche che lo sostengono (FdI, Fi, Lega, Popolari Marche-Udc, Noi con l’Italia, Civici per il territorio, Pri e Movimento per le Marche), ha lanciato la sfida al centrosinistra. “Siamo portatori di un progetto che puo’ garantire una vera alternativa- spiega Acquaroli- Noi non risponderemo ad altri che alla volonta’ di cambiamento dei marchigiani. I partiti per noi sono uno strumento e non sono un fine. Non cadiamo nelle provocazioni di chi non ha nulla da dire dopo 25 anni di governo della Regione”. 

L’apertura della sede avviene nel giorno in cui a pochi chilometri di distanza, Pesaro, arriva il leader della Lega Matteo Salvini. “Non credo che ci incontreremo oggi a Pesaro ma avremo altre occasioni di incontrarci- spiega- stiamo facendo campagna elettorale, i leader nazionali sono impegnati su tantissimi fronti: stanno correndo da nord a sud Italia. A volte ci si riesce ad incrociare altre volte no”. 

Tra i partecipanti all’iniziativa, Sandro Zaffiri (Lega), Daniele Silvetti (Fi), Antonio Saccone (Udc), Tablino Campanelli (Per noi con l’Italia), Emanuele Prisco (FdI), Lucia Tarsi (Civici per il territorio) e Luciano Pagliariccio (Pri). Il deputato marchigiano ha concluso parlando anche del Mes su cui a suo dire “prima di tutto deve fare chiarezza la maggioranza che e’ divisa come non mai” aggiungendo inoltre che per Fratelli d’Italia “il Mes e’ una trappola perche’ va a mettere delle condizionalita’ inaccettabili per la nostra nazione”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»