FOTO | Resistenza, a Bologna lunga fila per i tortelloni antifascisti

Così a Bologna si ricorda tradizionalmente l'anniversario della caduta del fascismo, in memoria della pastasciutta che la famiglia Cervi distribuì a Campegine nel 1943
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Al gran caldo ci si pensa poi: intanto, tutti in fila nel cortile di Palazzo D’Accursio per un piatto di “pastasciutta antifascista” con cui festeggiare il 76esimo anniversario della caduta del fascismo. “Siamo nel cuore della città e la città ha risposto”, è soddisfatto Roberto Morgantini, animatore delle Cucine popolari che hanno organizzato l’iniziativa insieme all’Anpi e con il sostegno di sindacati e altre associazioni L’idea di festeggiare così il 25 luglio prende spunto dalla pastasciutta che la famiglia Cervi distribuì a Campegine nel 1943.



A riempire i piatti, stavolta, c’ha pensato l’Associazione delle sfogline di Alessandra Spisni: nel cortile del Comune sono arrivate 400 porzioni di tortelloni, finite nel giro di poco tempo. Tanto che Morgantini ha dovuto fare un salto al vicino ristorante “Adesso pasta” per chiedere un altro centinaio di porzioni di maccheroni. “Il cortile era pieno ed era pieno di voglia di fare, di dire e anche di mangiare, naturalmente- dice Morgantini- queste cose buonissime che ha cucinato Alessandra Spisni: i tortelloni antifascisti”. Si tratta di “un momento importante, perchè non solo ci si ricorda di quello che è stato ma si denuncia anche quello che è oggi, i pericoli che stiamo vivendo”, aggiunge l’ideatore delle Cucine popolari: “Seminare odio porta sicuramente alla disfatta e quindi è pericoloso, crediamo sia importante difendere i valori della Resistenza e della Costituzione”.

All’iniziativa sono passati il sindaco Virginio Merola, la presidente dell’Anpi, Anna Cocchi, la presidente dell’Arci, Rossella Vigneri, i segretari di Cgil, Cisl e Uil (Maurizio Lunghi, Danilo Francesconi e Giuliano Zignani), diversi consiglieri comunali del Pd e di Coalizione civica e il segretario dem Luigi Tosiani.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»