Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salvini avverte i No Tav: “Non sarà tollerata nessuna violenza”. Di Maio: “Nessun voltafaccia”

Salvini lancia un messaggio al movimento No Tav che sabato sarà a Chiomonte. Intanto, il leader grillino non ci sta a prendersi la 'colpa' per il proseguimento dell'opera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “No Tav, ognuno può esprimere liberamente il proprio pensiero ma nessuna violenza sarà tollerata, né resterà impunita. Attenzione massima per questo fine settimana, con il totale sostegno alle nostre Forze dell’Ordine”, avverte poi Salvini su facebook.

Quanto al voto del Parlamento sulla Tav, Salvini pensa che la votazione andrà benone: “Non interpreto i gesti, a me interessa che cantiere Tav vada avanti. Il M5S ha detto che sull’opera voterà il Parlamento: va bene, vorrà dire che passerà con l’80%”.

I No Tav annunciano battaglia: “Sabato saremo in migliaia al cantiere, nostra lotta continua”

DI MAIO: “RESTIAMO NO TAV MA ABBIAMO SOLO 33%”

“Noi siamo al governo con il 33 per cento non con il 51 per cento. Noi siamo e resteremo no tav” e il via libera al progetto “sarà un regalo alla Francia. A chi ci dà dei volta faccia dico che sono senza memoria e senza avere una faccia. Il Pd di Renzi come la Lega sono stati no tav in passato. Può essere colpa nostra avere il 33 per cento? Loro cambiano idea e poi danno la colpa a noi se la Tav non si ferma. Questa è una follia anche dal punto di vista logico”. Lo dice Luigi Di Maio, vicepremier e ministro conversando con i giornalisti fuori dal ministero del Lavoro.

Tav, sui social rabbia e ‘vaffa’ contro Di Maio: “Traditore, Ponzio Pilato”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»