Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Venezia, presentato il nuovo stadio: 18.000 posti e inaugurazione nel 2023

Verra' realizzato nel quadrante di Tessera, quindi vicino all'aeroporto Marco Polo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Il nuovo stadio del Venezia Fc sara’ pronto nel 2023, sara’ una struttura da 18mila posti espandibili a 25 mila, con annessi museo, area commerciale, hotel 4 stelle da 150 camere. Verra’ realizzato nel quadrante di Tessera, quindi vicino all’aeroporto Marco Polo, e sara’ raggiungibile grazie alla bretella della tangenziale ma anche in treno, con il collegamento previsto proprio per lo scalo aeroportuale. Infine, cosa forse piu’ importante, sara’ realizzato con soldi privati, circa 185 milioni della societa’ Venezia Fc. Lo annunciano ieri a Ca’Farsetti il sindaco, Luigi Brugnaro, e il presidente del Venezia Fc, Joe Tacopina. “Ci lavoriamo da due anni e questa mattina abbiamo protocollato il progetto”, afferma Brugnaro, evidenziando che si tratta di “una delle poche infrastrutture in Italia che viene costruita con i soldi dei privati”, e che cosi’ Venezia “indica una strada diversa per il Paese, che non e’ quella delle agevolazioni pubbliche”. Il progetto sara’ fondamentale non solo per Venezia e per la sua area metropolitana, ma anche per Padova, Treviso e, perche’ no, per tutto il Paese. Perche’ “la serie A in Italia sta vivendo un momento di declino, e il motivo e’ la mancanza di stadi”, spiega Tacopina. “C’e’ bisogno di stadi moderni, macchine che generano profitti”, senza “non assegneranno mai un mondiale o un europeo all’Italia”. Inoltre, permettera’ di “aumentare la stabilita’ economica del progetto del Venezia Fc, rendendo la societa’ in grado di fare profitto e di reinvestirlo”.

La città avra’ insomma “uno degli stadi piu’ belli e moderni del mondo, di cui tutto il mondo parlera’”, e la struttura “portera’ migliaia di posti di lavoro”, prima nella fase di costruzione, e poi in quella di attivita’, che sara’ costante. “Sara’ un edificio usato tutti i giorni, ospitera’ concerti, attivita’ di entertainment, convegni”, spiega Tacopina. E “senza il sindaco Brugnaro niente di tutto questo sarebbe stato possibile”. Passando agli aspetti tecnici, la struttura occupera’ in totale circa 40 ettari, tra cui 10 ettari di parcheggi e 8,7 ettari di opere di mitigazione ambientale. L’area commerciale, o retail park, occupera’ 36.400 metri quadrati e comprendera’ bar e ristoranti aperti tutti i giorni.

La realizzazione sara’ possibile grazie alla legge stadi, e il procedimento prevede che a partire dalla presentazione dello studio di fattibilita’, quindi da ieri, la conferenza dei servizi preliminare abbia 90 giorni per dichiarare il pubblico interesse dell’opera, cosa che dovrebbe avvenire entro ottobre. Poi sara’ presentato il progetto definitivo, passaggio previsto per febbraio 2019, la conferenza dei serivizi decisoria dovra’ dare il suo via libera, cosa che richiedera’ circa un anno, e nel febbraio 2020 ci sara’ l’assegnazione delle aree da parte del Comune. I lavori saranno affidati con gara pubblica, ma il Venezia Fc avra’ diritto di prelazione su eventuali terzi vincitori. Nel gennaio 2021 partiranno i lavori e nell’agosto 2023 e’ prevista l’inaugurazione del nuovo stadio.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»