hamburger menu

La confessione di Sharon Stone: “Ho perso nove bambini per aborti spontanei. Noi donne lasciate sole”

L'attrice rivela il suo dramma in un commento Instagram: "Non abbiamo uno spazio per affrontare questo tema, il sistema sanitario è permeato dall'ideologia maschile"

sharon_stone_instagram
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Foto dal profilo Instagram di Sharon Stone)

ROMA – “Ho perso nove bambini a causa di aborti spontanei. Noi donne non abbiamo uno spazio per affrontare questo tema, non è una cosa da nulla sia dal punto di vista fisico che emotivo ma dobbiamo sopportarlo da sole e in segreto, anche con un certo senso di fallimento”. Con un commento a un post Instagram della rivista ‘People’, Sharon Stone ha rivelato il suo dramma. L’attrice statunitense, 64 anni, resa celebre dal ruolo di Catherine Tramell nel film ‘Basic instinct’ (1992), è intervenuta nel post in cui il magazine racconta l’esperienza dell’aborto della ballerina Peta Murgatroyd.

Il sistema sanitario è permeato dall’ideologia maschile – aggiunge Stone -, che è negligente o persino ignorante e oppressivo in alcuni casi”. L’attrice ha tre figli adottivi: Roan, Laird e Quinn. L’intervento di Sharon Stone è arrivato nel giorno in cui la Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito il diritto all’aborto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-25T13:31:05+02:00