Né binari, né strada: estate di disagi sulla Porrettana

Rfi dovrà fare lavori alla ferrovia in orario diurno e i bus sostitutivi dovranno percorrere strade secondarie a causa di una frana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA  – La Regione Emilia-Romagna ci ha provato: ha chiesto a Rfi di fare i lavori sulla ferrovia Porrettana “in orario notturno”, lasciando circolare i treni tra Bologna e Pistoia anche durante l’estate. Ma la risposta è stata negativa: la procedura per questi lavori di manutenzione e’ già “in stato avanzato” e la situazione “non è reversibile”. Ci saranno dunque i pullman a portare i viaggiatori tra Porretta e Pracchia a partire dal 15 luglio e fino al 9 agosto. Peccato che gli stessi pulmini dovranno percorrere strade secondarie, visto che la statale Porrettana è da tempo interrotta per una frana. Per il capogruppo di Sinistra Italiana in Regione Igor Taruffi, autore questa mattina di una interrogazione all’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Donini durante il question time dell’Assemblea legislativa, la situazione “è assolutamente insostenibile. Non solo per le attività commerciali ma anche per quelle produttive”. Per Taruffi almeno per quanto riguarda l’appennino bolognese Emilia e Toscana sono di fatto isolate tra loro. La Regione però non si è del tutto arresa: Donini spiega infatti che si sta valutando “se reiterare la richiesta” nei confronti di Rfi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»