Olimpiadi 2026, Malagò contro Raggi: “Per Roma non mi ha dato fiducia”

A rincarare la dose anche il sindaco di Milano, Beppe Sala: “Roma ha sbagliato a ritirarsi dalle Olimpiadi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

LOSANNA – Dopo la vittoria dell’Italia per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali del 2026 a Milano-Cortina non tarda a d arrivare la polemica sulla candidatura delle Olimpiadi del 2024 a Roma scongiurate dalla sindaca Virginia Raggi.

“La differenza è che Sala e Ghedina (sindaci di Milano e Cortina, ndr) mi hanno dato fiducia, la Raggi no. Le ferite sono perfettamente cicatrizzate ma se guardi sotto la camicia si vedono ancora, perché Roma è la mia città”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando delle differenze tra il progetto vincente di Milano-Cortina e quello di Roma 2024 bocciato dalla sindaca.

A rincarare la dose anche il sindaco di Milano, Beppe Sala: “Roma ha sbagliato a ritirarsi dalle Olimpiadi. Io amo Roma, ma Milano alla fine è più solida“. Tra le due città “abbiamo molte differenze, dai trasporti al sistema di trattamento dei rifiuti. La verità è che noi abbiamo fatto molti progressi negli ultimi 20 anni e abbiamo avuto un grande sviluppo grazie a un evento come Expo- ha aggiunto Sala- Ora siamo qui e siamo molto soddisfatti, il mio obiettivo personale è lavorare per la città e supportarla fino al 2026. Il mio mandato termina nel 2021 ma posso farne un altro fino al 2026. Il nostro Paese però ha bisogno di Roma e lavoreremo insieme“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»