Migranti, De Magistris: “Salvini vuole i campi di concentramento in Libia”

Duro attacco del sindaco di Napoli a Salvini: "Purchè noi non guardiamo, se poi ci sono persone che muoiono la sua coscienza è a posto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Salvini in modo ancor più preponderante rispetto a Minniti, anche se riscontro che va in continuità, propone di fare i campi di concentramento nel sud della Libia. Purchè noi non guardiamo, se poi ci sono persone che muoiono la sua coscienza è a posto“. È questo il giudizio del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, sul viaggio che questa mattina ha portato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in Libia per affrontare con l’omologo, Abdulsalam Ashour, la questione migranti.

Non è questo il mondo che vogliamo. Vogliamo un mondo in cui, in Libia come in altre parti, le popolazioni si possono autodeterminare in un quadro di rispetto dei diritti umani, delle libertà civili e soprattutto rispettando la democrazia di quei popoli non andando a contribuire a formare i campi di concentramento. Tutto questo – conclude de Magistris – è in violazione del diritto internazionale”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»