Corte dei Conti: “Il sistema non può sopportare aumento della pressione fiscale”

"Appare la necessità di un intervento di segno opposto, volto a restituire capacità di spesa a famiglie e imprese", è il monito della Corte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

corte dei contiROMA – “Difficilmente il sistema economico potrebbe sopportare ulteriori aumenti della pressione fiscale“. Così la Presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite della Corte dei conti in sede di controllo, Enrica Laterza, nella relazione relativa all’udienza sul rendiconto generale dello Stato 2014 in corso nella sede della Corte.

“Appare la necessità- conclude Laterza- di un intervento di segno opposto, volto a restituire capacità di spesa a famiglie e imprese. Una direzione intrapesa nel 2014 con i provvedimenti volti a ridurre il cuneo fiscale sul costo del lavoro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»