hamburger menu

Ucraina, voci dal fronte: “Impossibile tornare a Severodonetsk”

Una fonte dell'agenzia Dire nella regione del Donbass: "Bombardato anche il ponte. La situazione è tragica"

ucraina

ROMA – “Siamo riusciti a venir via da Severodonetsk prima che crollasse il ponte; nel fine-settimana proveremo a tornare, ma probabilmente solo a Lysychansk, senza poterci più spingere oltre: la situazione è tragica”. A parlare è una fonte dell’agenzia Dire nella regione del Donbass, teatro di combattimenti tra forze ucraine e russe. Il resoconto riguarda una missione a Severodonetsk, città del distretto di Lugansk assediata ormai da giorni dai militari di Mosca. “Ci sono stati bombardamenti intensi sia nel centro abitato che nelle aree circostanti” riferisce la fonte. “Ormai anche viaggiare in automobile lungo le strade principali è pericoloso”.

Tra i bersagli colpiti dai bombardamenti russi il ponte che collega Severodonetsk a Lysychansk, una cittadina circa tre chilometri più a ovest, dall’altra parte del fiume Severskij Donets. “Le bombe stanno cadendo anche su altre città, come ad esempio Slovjansk, nel distretto di Donetsk” riferiscono ancora alla Dire. “Militari e volontari ucraini che abbiamo incontrato sottolineano che questa situazione andrà avanti almeno per tutta questa settimana e anche per la prossima; se sarà possibile tornerò a Lysychansk per potere medicine nell’ospedale, dove i feriti sono molti”.

L’ORDINANZA DI PUTIN

Secondo Kiev, le forze ucraine hanno respinto nove offensive russe nelle ultime 24 ore. I militari di Mosca sarebbero stati fermati sia a Bakhmut che nel villaggio di Pasika. Una nuova offensiva, con l’uso di artiglieria e con supporto aereo, avrebbe come bersaglio la città di Lyman, nel distretto di Donetsk. Sempre di oggi la notizia di un’ordinanza emessa a Mosca dal presidente Vladimir Putin: l’impegno è semplificare le procedure per il riconoscimento della cittadinanza russa ai residenti delle regioni di Zaporizhzhia e Kherson, nel sud dell’Ucraina.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-26T11:50:47+02:00